Intervista con Tiziana Tateo

“ Unstable Balance”, 2012 copyright TizianaTateo

This post is also available in: English (Inglese)

Tiziana Tateo

Tiziana Tateo è un’affermata artista tessile italiana che ha esposto i suoi lavori sia in Italia che all’Estero, in numerose mostre personali e collettive.I suoi lavori fanno parte di collezioni pubbliche come la Collezione Civica di Fiber Art della Città di Chieri (TO) Italia; l’International Quilt Study Centre dell’Università del Nebraska-Lincoln (USA); il Michigan State University Museum (USA) e numerose collezioni private.

Tiziana ha iniziato a dedicarsi totalmente alla Fiber Art dal 1995, lavorando e studiando a tempo pieno per perfezionare quelle tecniche artistiche da sempre coltivate come passatempo e come autodidatta. Come artista tessile ha sempre apprezzato il processo di sperimentazione di tecniche nuove allo scopo di scoprire nuovi risultati e stili rappresentativi. Il suo amore per il colore e la struttura l’ha portata a lavorare con diversi tipi di supporti come la carta, il tessuto e plastica che di solito costituiscono il punto di partenza per sviluppare i temi e i soggetti delle sue opere.

A seguire il link al sito dell’artista:

http://www.tizianatateo.it/

“In Fashion Mood”, 2017 copyright TizianaTateo

“In Fashion Mood”, 2017 copyright TizianaTateo

Tiziana, puoi raccontarci qualcosa della tua storia di artista, come sei arrivata all’arte tessile e perché?

Fin da giovanissima ho preferito dedicare il mio tempo libero al cucito e al ricamo piuttosto che ad altre forme di svago e di gioco.

Più tardi, nonostante gli impegni  della vita quotidiana, ho sempre trovato il tempo di coltivare e migliorare quelle abilità solo per puro piacere.

Nel 1993 ho lasciato il mio lavoro come funzionario, e ho iniziato a  lavorare a tempo pieno per perfezionare le mie tecniche artistiche sempre coltivate come passatempo e come autodidatta. Mi sono iscritta  a dei corsi d’arte, tenuti presso il Comune di Milano, sulle tecniche di tessitura, pittura su seta, batik, decorazione d’interni. Nel frattempo ho incontrato l’artista tessile italiana Marialuisa Sponga, che mi ha introdotto al ricamo a macchina a mano libera. Ero così affascinata dalle possibilità che il tessile mi offriva per esprimermi che decisi di migliorare le tecniche di ricamo e quilting a mano libera e negli anni successivi mi dedicai totalmente alla Fiber Art.

Intanto ho iniziato a collaborare con periodici italiani di arte tessile e riviste qualificate per creare progetti che sono stati poi riprodotti su tessuto.

Ho letto molti libri tessili inglesi e americani e ho studiato per due anni (2002 – 2003) un corso online sul ricamo a macchina tenuto dalla famosa artista tessile inglese Maggie Grey.

Il Premio Quilting and Embroidery Award, che ho ricevuto nel 2002 al Concorso HusqvarnaQuilt “Feel Free” per il mio artquilt“RepaintingBoudin“, mi ha dato l’input per continuare il mio percorso artistico.

Nel 2010 mi sono laureata alla Opus School of Textile Arts e alla MiddlesexUniversity di Londra

in Arts Embroidered Textile (BA/Hons).

“Repainting Boudin”,2002, copyright TizianaTateo

“Repainting Boudin”,2002, copyright TizianaTateo

Quanto è importante la sperimentazione di tecniche e materiali nelle tue opere?

Quanto è importante la sperimentazione di tecniche e materiali nelle tue opere?

La sperimentazione con le tecniche è parte integrante del mio lavoro. Ho una gamma completa di tessuti e tecniche non tessili, e lavoro senza confini. Stampo, taglio, brucio, testo i materiali e li cucio tutti insieme. Le tecniche tessili che utilizzo variano a seconda dell’ispirazione per il lavoro, ma spesso comportano la cucitura a mano o a macchina.

Non ho una tecnica preferita. Dipende dai materiali che ho a portata di mano, dal contenuto, e a volte dall’umore del momento.

Sono incuriosita dalla ricchezza di superfici e texture, che posso ottenere da un processo di manipolazione e sperimentazione di materiali e tecniche. La mia ricerca esplora le potenzialità espressive e simboliche dei materiali e delle diverse tecniche con l’obiettivo di trasmettere un forte impatto visivo allo spettatore.

“Flowers and Champagne”, 2014 copyright TizianaTateo

“Flowers and Champagne”, 2014 copyright Tiziana Tateo

Arte figurativa o arte astratta? A quale di queste due forme di rappresentazione ti senti più vicina e perché?

Le figure sono comuni nel mio lavoro per via dei sentimenti, delle emozioni e del messaggio che trasmettono. Penso che, come nessun altro soggetto, la figura abbia la capacità di parlare allo spettatore in maniera estremamente intima.

Nel mio lavoro “La Pudeur”, il corpo nudo semi ricoperto di tulle nero vuole sottolineare come la nostra educazione abbia condizionato noi e la nostra libertà interiore.

In “Inside and Ouside” il volto è la rappresentazione visiva e lo strumento per manifestare il modo in cui le forme e i colori si combinano in tutti noi. L’espressione della donna trasmette la paura di essere divorati dall’avanzamento dei colori, che rappresentano il vortice delle emozioni.

“La Pudeur”, 2016, copyright Tiziana Tateo

“Inside and Outside”, 2012, copyright TizianaTateo

Ci sono artisti o correnti artistiche che influenzano maggiormente le tue scelte?

Non sono influenzata da specifiche correnti artistiche o artisti. Viviamo nella società delle immagini, che ci offre una varietà di idee e informazioni che spesso sono il mio punto di partenza. Qualsiasi idea può venire da ogni luogo!

Come è evoluto il tuo lavoro in termini di stile ed espressione? Quali sono le differenze tra il primo lavoro e quello più recente?

I miei metodi e le mie tecniche sono cambiati, si sono sviluppati e adattati nel tempo. La mia passione iniziale per la sontuosità dei materiali, senza essere abbandonata, ha tuttavia dato spazio ad una progettazione più rigorosa e ad una progressiva riduzione dei medium.

A differenza del passato considero il tessile non solo un mezzo, ma una fonte di significati, motivandomi a lavorare in modo più concettuale.

FOTO 8 Parliamone (2008)

“ Parliamone”, 2008 copyright Tiziana Tateo

Segui una scrupolosa attività di progettazione o lasci che il tuo istinto ti guidi?

Il mio lavoro non è pianificato e si evolve attraverso una serie di processi.

Lavoro intuitivamente e spontaneamente per la maggior parte del tempo. Occasionalmente faccio uno schizzo molto semplice, altre volte ho solo un’idea   in mente.

Mentre lavoro le idee si sovrappongono e cambiano e può accadere, ad esempio, che i colori freddi iniziali diventino caldi o che gli spazi vuoti si riempiano

“Flow of Consciousness”, 2012 copyright TizianaTateo

“Flowers Romance”, 2014 copyright TizianaTateo

Lavori in serie? Perché?

Ho cercato di realizzare alcuni lavori in serie, ma questo approccio per me è troppo noioso e il risultato è insoddisfacente.

So che nell’arte lavorare in serie è quasi una regola, ma se vuoi spingere i confini, come mi piace fare, ogni nuovo lavoro richiede una nuova forma di espressione e questo per me è eccitante!

Sono consapevole di correre il rischio di essere considerata un’artista senza uno stile proprio, ma la mia scelta è quella di seguire nuove strade. Questo è il motivo per cui i miei lavori sono spesso molto diversi tra loro.

Per progettare e creare il tuo lavoro, utilizzi anche strumenti informatici come la stampa digitale, photoshop…..?

Ho realizzato alcuni lavori usando foto digitali stampate, come nel mio quilt “River Pearls” e “River Pearls #1”, dove ho usato immagini stampate, ma non è il mio tipo di lavoro preferito. Sta diventando una tecnica un po’ troppo diffusa e ho preferito trovarne di più personali.

“ RiverPearls”, 2009 copyright Tiziana Tateo

“River Pearls #1”, 2014 copyright TizianaTateo

Prediligi il lavoro di cucito manuale, personale e intimo, oppure ti lasci sedurre dal fascino della macchina da cucire e dalle sue potenzialità tecnologiche?

Trovo entusiasmante l’utilizzo del ricamo e del quilting a macchina a movimento libero perché il potenziale creativo è grande, aggiungendo dimensione e texture al lavoro. Inoltre, spesso trovo la necessità di aggiungere cuciture a mano libera per dare un carattere più forte al mio lavoro o semplicemente per scopi estetici. A volte pochi punti a mano possono essere essenziali per acquisire la struttura desiderata dell’opera.

In un nuovo lavoro parti dal materiale, attorno al quale sviluppi l’idea del soggetto, o parti dal soggetto e poi scegli tecniche e materiali?

Se ho intenzione di partecipare ad un concorso di arte tessile, focalizzo contemporaneamente la mia attenzione sul tema da interpretare e sui materiali – tessili e non tessili – che ho a portata di mano in questo momento. Poco dopo, la manipolazione del tessuto mi porta a considerare tecniche e soggetti a lavorare, ma sempre seguendo il mio istinto. Questo significa che quello che avevo pianificato per iniziare il lavoro potrebbe essere diverso prima di terminarlo.

Tuttavia, anche il primo passo della mia ispirazione è molto spesso il materiale, il soggetto che devo sviluppare, è allo stesso tempo nella mia mente.

“Arsenic and Old Lace”, 2013 copyright TizianaTateo

 

“ Because…We Are Icons”, 2016 copyright TizianaTateo

E’ più importante la tecnica o l’idea? Cosa pensi che determini il perfetto successo di un’opera? Quando la creatività rischia di essere soffocata dalla tecnica?

Padroneggiare solo le tecniche ha i suoi svantaggi, perché se la tecnica prevale la creatività si impoverisce e l’opera perde appeal.

Oggi molti artisti realizzano opere scioccanti per ottenere maggiore attenzione, ma spesso le loro opere non possono essere comprese e sono realizzate con cattive capacità tecniche.

Penso che il perfetto successo dell’opera stia nel giusto equilibrio tra tecnica e idea

A cosa stai lavorando in questo momento? Vuoi parlarci dei tuoi progetti tessili attuali?

Al momento sto tingendo, serigrafando e dipingendo a mano diversi tipi di tessuti che ho raccolto negli ultimi mesi. Aspetteranno nel mio studio la mia nuova idea che spero arrivi presto!

“Life Bubbles”, 2012 copyright TizianaTateo

“Seeds”, 2015 copyright Tiziana Tateo

Be the first to comment on "Intervista con Tiziana Tateo"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*