QA Quilt Festival – Houston Texas 7-11 novembre 2018

This post is also available in: English (Inglese)

Era il 2011 quando ho fatto il mio primo viaggio a Houston per il grande spettacolo. Facevo quilting da meno di due anni e avevo tre trapunte in mostra. Miracolosamente, sono stato informata che due avevano vinto dei premi. Inutile dire che quell’esperienza è stata emozionante e travolgente allo stesso tempo. Mi ha anche offerto molte nuove opportunità. Quello fu l’inizio della mia storia d’amore con Houston.

È la più grande mostra negli Stati Uniti e, a mio parere, la migliore. A Houston, vedrete le più belle trapunte da tutto il mondo. L’ispirazione è ovunque e le opportunità di shopping sono infinite. Da quando mi sono trasferita in Francia, mi sono persa qualche manifestazione, ma quest’anno, visto che sarei andata negli Stati Uniti, ho fatto in modo di esserci. Sono stata lì solo per un giorno intero, ma volevo condividere un po’ della mia esperienza con tutti voi

In primo luogo, vorrei condividere il Best of Show “Eternal Beauty” di Sherry Reynolds.

“Dedicato a mia madre, la cui bellezza nella vita risplende eternamente nel mio cuore” ho scelto i colori che amava e li ho abbinati ad una bellissima stampa di Robert Kaufman. Quattro anni e 15.000 pezzi dopo, ho creato una visione d’amore e bellezza nel cielo notturno. Il bordo a mosaico che incornicia la trapunta è originale e a pezzetti. Circa 5.000 ore di lavoro sono state dedicate a questo quilt”.

Conosco Sherry da qualche anno; è aperta, gentile, estremamente divertente e il suo lavoro è incredibile.

E un’ottima amica, Patty Kennedy-Zafred, ha vinto il Master Award for Innovative Art, per la sua opera “Silent Canary. Ho ammirato a lungo il lavoro di Patty e il suo soggetto.

“Basata su immagini scattate negli anni ’40, questa trapunta è un tributo ai minatori americani, che lavorano duramente e per lunghe ore in condizioni pericolose per provvedere alle loro famiglie e garantire un futuro migliore ai loro figli”.

Tecniche: Trapuntatura e piecing a macchina, appliquè , tintura a mano, trasferimento di foto e immagini serigrafate a mano dall’artista.

Molti pensano che il lavoro di Patty sia stampato, ma il processo di serigrafia è piuttosto complicato.

E questo mi porta ad un argomento che vorrei approfondire……

Molte delle trapunte in mostra erano dipinte o stampate da immagini digitali. A Houston c’è una categoria per le opere stampate e dipinte attraverso supporti digitali.

Un esempio potrebbe essere l’opera Hollis Chatelain esposta nella sua mostra personale “Stories of West Africa”.

Hollis è nota per le sue bellissime trapunte artistiche dipinte a colori, ma queste opere sono state stampate digitalmente da una sua opera d’arte originale.

“Questa mostra è l’interpretazione personale di Hollis della vita quotidiana in Africa occidentale. Avendo vissuto in questa parte del mondo per dodici anni, il suo approccio è quello dell’osservazione e del rispetto.                                                                                                                                               La scelta del mezzo di comunicazione di Hollis è legata al suo background e alla cultura che ha incontrato. Il suo uso dei tessuti trasmette il calore di questa società. La trapuntatura diventa il cuore e l’anima della gente ed è la chiave della sua interpretazione. Quindici art quilts descrivono la ricca cultura africana e il forte senso di comunità e di unità familiare. Lo sfondo di ogni trapunta si ispira ai bellissimi tessuti decorativi che sono onnipresenti in Africa occidentale.
Hollis ha iniziato con fotografie che ha scattato mentre viveva in Togo, Burkina Faso, Mali e Benin. Da queste foto ha tratto le illustrazioni originali per il suo libro da colorare “Storie dell’Africa Occidentale”. Questa mostra è stata creata con l’intenzione di condividere l’amore di Hollis per questa regione dell’Africa, poco conosciuta ma accattivante. La descrizione presente per ogni lavoro, invita lo spettatore a scoprire le persone, le tradizioni e i tessuti dell’Africa occidentale”.

“Mother and Child” Hollis Chatelain

Un altro esempio di quilt creato digitalmente è opera di Betty Hahn. Betty crea le sue opere originali su tela o con il suo iPad. Spesso sovradipinge la seta per esaltarne il colore e la composizione. In questo caso, ha creato l’immagine sul suo iPad, l’ha stampata sulla seta e ha creato la texture con la trapuntatura a mano libera.

“Insonnia”, Betty Hahn

Questo lavoro è stato realizzato per la mostra SAQA: Dust to Dawn. Come dice lei stessa: “Sono un gufo notturno. Lavoro di notte, quindi i miei pensieri sono ancora in movimento all’ora di andare a letto. Quando chiudo gli occhi per dormire, vedo immagini selvagge dietro le palpebre di quilts che volevano essere creati”.

Vicki Bohnhoff ha lavorato anche allo spettacolo che è stato creato in digitale

Dancing Bird, Vicki Bohnhoff

“Quando la fotografia di questo Bird of Paradise si è trasformata, sembrava danzare con una nuova grazia e forme sinuose. Ho immaginato una danza di foglie che circondano il fiore. La piuma bianca è un omaggio a questo uccello unico che vive per ballare”. L’immagine manipolata è stata stampata su charmeuse di seta con inchiostri e trapuntata in free motion.

Un’altra grande vincitrice è stata Linda Anderson che ha vinto il Gammill Master Award for Contemporary Artistry. Il suo quilt è un altro esempio di surface design, creato con l’appliquè a macchina e la pittura

“Nel tranquillo villaggio di Santa Rosa a Oaxaca, in Messico, tutte le donne, e alcuni uomini, ricamano camicette e gonne di velluto con fiori cuciti a mano. Si riuniscono intorno a un tavolo, chiacchierando avanti e indietro, creando uno stile di abbigliamento usato anche dall’artista Frida Kahlo. I fiori continuano oggi a danzare attraverso i ricchi abiti delle donne di questa terra”.

Mentre c’erano tante opere stupefacenti in mostra, ne ho perse altre, poichè un solo giorno non basta per visitare questa meravigliosa esposizione, ma condividerò con voi alcune delle mie preferite…..

Mi ha particolarmente commosso il quilt dell’artista australiana Jenny Bowker “After the Last Sky”.

“Questo quilt è un tributo alle vittime del massacro di Rabat Square al Cairo, il 14 agosto 2013, quando tra  638 e 1.150 persone sono state uccise e oltre 3.500 ferite. Questo  quilt “è un riconoscimento ai fotogiornalisti che rischiano la vita per mostrarci la verità”.

Le tecniche utilizzate sono state il piecing, l’appliquè e la tintura a mano. La fotografia è stata scattata da Mosa’ab Elshamy, e utilizzata con il suo consenso.

Sono rimasta davvero affascinata da questo bellissimo lavoro di Eva Arellano Martin dalla Spagna.

“An Explosion of Happiness”, Eva Arellano Martin

“La foto originale mi ha dato un’istantanea sensazione di gioia e benessere. La mia sfida è stata quella di trasferire questa sensazione, data da un singolo momento, ad un’altra forma d’arte. C’è bisogno di parole per descrivere la felicità, cioè il vero significato della vita? Probabilmente no.

 

Ho avuto il grande piacere di soggiornare nella bella casa di Maren Johnson e di suo marito qualche anno fa. Ho tenuto un workshop a Santa Barbara e lei era una delle mie studentesse. Sono rimasta molto colpita dal suo impeccabile lavoro in classe e felice di vedere il suo lavoro a Houston.

“Le verdure biologiche del nostro orto sono state l’ispirazione per questa trapunta. Adoro l’intreccio di viti e foglie, perché queste piante abbondanti prendono il sopravvento. A volte, la zucca misteriosa che emerge dalla pila del compost può produrre i frutti più gustosi. Tagliato a mano libera e poi assemblato, questo disegno originale è stato iniziato in una classe di Nancy Crow.

 

Adoro la leggendaria artista Caryl Bryer Fallert-Gentry. Quando ero agli inizi, lei era così entusiasta e incoraggiante. La considero un mentore, una grande amica e un’artista straordinaria.

“Lepidopteran #5”, Caryl Bryer Fallert-Gentry

 

“Questo disegno è stato ispirato da una piccola foto di una falena verde, che avevo conservato per molti anni. Ho studiato i colori e i motivi della falena, poi ho usato alcuni di questi motivi e colori per creare un disegno completamente astratto”.

Questa trapunta di Mimi Murakami dal Giappone ha catturato la mia attenzione per molto tempo.

“Overlapping Log Cabin”, Miki Murakami

“Ho progettato uno strano spazio che si sovrappone in tre dimensioni combinando ed espandendo vari blocchi di Log Cabin. Ho creato un’atmosfera esotica grazie alle mie scelte di tessuti.

 

Ho adorato questa bellissima trapunta mandala di Masako Sanada dal Giappone.

 “When Everyone’s Heart Blooms”, Sanada

“Questa coloratissima trapunta con un mandala floreale è stata realizzata per augurare che i fiori della pace sboccino nel cuore di tutti. La colorazione e il design sono stati concepiti pensando al ritmo e al flusso mentale. Sono stati utilizzati tessuti kimono e futon e perline leggermente scintillanti”.

 

Questa era una trapunta adorabile che mi ha dato subito la sensazione di ” essere lì”. E’ stata creata da un gruppo chiamato “The Textile Explorers”.

“A Slice of Norway: Along the Fjord”

Margot McDonnell, Karen Adams, Patricia Bliss, Evelyn Link e Anne King.

“Abbiamo costruito e trapuntato le porzioni di una foto scattata in Norvegia da Margot McDonnell, e ci siamo incontrate per poterle unire”.

 

E infine, condivido il lavoro che avevo nello show, Crystal Mer.

“Si ispira alla vista dal mio studio, la baia più grande del Mediterraneo. Spesso trascorro del tempo sulla mia terrazza, guardando il mare calmo e immaginando quello che succede sotto la superficie. Sento che questa è una metafora per tutti noi. In superficie si vede una cosa, ma sotto c’è molto di più”.

Auguro a tutti voi salute, felicità e gioia creativa per il nuovo anno!

Be the first to comment on "QA Quilt Festival – Houston Texas 7-11 novembre 2018"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*