Verona Tessile 2019, scommessa vinta: Insieme si può!

This post is also available in: English (Inglese)

Tanta attesa per questo evento che ormai dal 2011, ogni due anni, è diventato il punto di riferimento per il Quilting italiano anche se da questa edizione possiamo davvero dire “Internazionale”

Un festival della gioia e del colore. Di messaggi positivi e di amicizia. Di condivisione, curiosità, approfondimento. ArteMorbida aveva dato voce, in un articolo di novembre 2018, a Maria Teresa Sansotta,  presidente dell’associazione Ad Maiora  che ha ideato e portato avanti questo progetto, forte della convinzione che “Insieme si può” . I sogni diventano realtà quando si condividono ideali e obiettivi. Hanno vinto. Per la nostra gioia…

Con questa premessa si è magari portati a pensare che sia un evento bello, simpatico, allegro ma di tono minore rispetto a quello che si vede fuori dall’Italia. Assolutamente no! Partendo dalla città che ospita la manifestazione: Verona. E poi le sedi prestigiose delle singole mostre , la professionalità e la cura dedicata agli allestimenti, il servizio di assistenza delle volontarie di Ad Maiora che hanno dato un supporto magnifico agli espositori, attente alle loro più piccole esigenze. Nulla è stato lasciato al caso. Professionalità ed attenzione nei minimi particolari rendono Verona Tessile un evento di altissimo livello. Dobbiamo menzionare per dovere di cronaca anche un’altra novità di questa edizione: uno spazio mercato allestito con stand di diversi Quilt Shop presenti sul territorio nazionale.

Se volete, potete consultare il programma completo dell’evento QUI e nei prossimi giorni pubblicheremo degli articoli di approfondimento su alcune delle mostre del festival.
Intanto guardiamoci qualche foto…

Palazzo della Gran Guardia

Nella Sala Bouvette l’esposizione dei lavori inediti dell’Associazione Ad Maiora curata da Roberta Bugli “Sua Maestà L’Esagono”, che pone l’accento su opere composte da piccolissime tessere esagonali prevalentemente cucite a mano.

Paola Bellotti “Esagoni Controcorrente”

Nella Sala Multifunzionale “Finestre Migranti”, prima esposizione mondiale di opere tessili sul tema delle migrazioni ideata e curata da Annamaria Brenti, in collaborazione con Silvana Zenatello e Piera Quaglia è stata seguita da Silvana Zenatello, Patrizia Madrassi e Maria Teresa Sansotta.

(seguirà a breve un articolo su questa particolare mostra)

Nella Sala Centrale del piano Nobile la Collection Jacques Légeret di quilt antichi e moderni delle comunità Amish e Mennonite (coordinatrici Donatella Ferri Faggioli e Roberta Sartori).

Sempre alla Gran Guardia la personale di Joe Cunningham è stata  seguita da Rosanna Valente e Simonetta Gazzola.

(seguirà a breve un articolo di approfondimento)

In un’altra sala del piano Nobile il Concorso Internazionale “LAUDATO SI’– Da Francesco a Francesco”(coordinatrici Gianna Dalla Pozza e Giovanna Caldana).

Galleria d’Arte Moderna Achille Forti al Palazzo della Ragione (Sala Scacchi), Susanna Bigardi ha coordinato i lavori appartenenti alla Corporazione delle artiste tessili ungheresi.

La perfetta riproduzione di una stufa di maioliche bianche con la tecnica del boutis: straordinaria!

dav

Emanuela Meneghini e Vincenzo Callea hanno curato la Mostra collettiva Purgatorio e Paradiso “L’amore che move il sole e l’altre stelle” 

Museo degli affreschi – Tomba di Giulietta

tra le opere della mostra collettiva, un’attenzione speciale per  il Cristo di Laura Franci, alias Stile Malena

Assolutamente inattesa e fuori programma ma molto gradita a tutti la presenza di Margaret Fabrizio e i suoi coloratissimi Siddi Kawandis Quilt
(QUI in una recente intervista)

Tanto altro da vedere come ad esempio nella Protomoteca, tra i busti degli illustri Veronesi, e nella vetrina di Sala Nervi della nuova Biblioteca, Daniela Spezzati e Paola Bellotti hanno curato l’esposizione delle opere di alcune associazioni italiane provenienti da Portogruaro, Pazze per le Pezze,  e da Parma, Arte Patchwork e Parma Patchwork.

Nel Cortile centrale del Museo di Storia Naturale del sammicheliano palazzo Pompei, Luigina Franco e Anna Tommasi hanno seguito la mostra “Tappeti Di Pietra” realizzata dalle artiste dall’ associazione nazionale Quilt Italia, rilettura in tessuto delle geometrie e delle figure dei pavimenti di marmo policromi dei palazzi e chiese italiane.

E poi in calendario eventi di vario genere, conferenze, dimostrazioni. Un festival del Quilting di altissimo livello…non vediamo già l’ora di partecipare alla prossima edizione: appuntamento ad aprile del 2021!

Be the first to comment on "Verona Tessile 2019, scommessa vinta: Insieme si può!"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*