• Gio. Ago 11th, 2022

ARTEMORBIDA LUGLIO 2022

  • Home
  • ARTEMORBIDA LUGLIO 2022

Questo articolo è disponibile anche in: English (Inglese)

In uscita il 31 Luglio 2022

ABBONATI QUI

THOMAS DE FALCO. ELOGIO DELLA METAMORFOSI

Thomas De Falco modella i suoi arazzi in sculture tridimensionali cui le performance conferiscono movimento e una diversa identità raccontando la metamorfosi insita nella vita stessa, un flusso che attraversa e trasforma ogni esistenza superando qualsiasi confine di forma, di luogo, di tempo e di classificazione e che connette tutti gli elementi in un’unica narrazione sempre in fieri.

di Barbara Pavan

THE MANTIS STOPPING THE CART = TREMENDOUS

SEULGI LEE

Dal desiderio di integrare arte contemporanea, artigianato tradizionale e cultura popolare con un approccio concettuale, nascono le opere che compongono il corpus di lavoro di Blanket Project U e Basket Project W, attraverso il quale l’artista mette in atto il recupero e la valorizzazione di culture ed epoche diverse, di memorie e di linguaggi in via di estinzione. L’artista ce ne parla in questa interessante intervista.

di Maria Rosaria Roseo

marion2

MARION BARUCH

A 93 anni, Marion Baruch continua a credere nella forza dell’arte come custode del senso della vita. E non può sfuggire al destino che ha intrecciato il tessile alla sua vita sin dall’infanzia. Coerentemente con la sua ricerca continua di tessere legami e relazioni, la sua pratica tenta oggi di definire un dialogo tra due forze immateriali quali lo spazio e la materia.

di Lorella Giudici

ANGE ARTHUR KOUA – IDENTITÀ COMPLESSE

Le identità composite degli arazzi di Ange Arthur Koua sono uno schiaffo al racconto occidentale della storia africana. Realizzati con vestiti usati, tagliati e ricuciti, incorporano la viscerale realtà della vita quotidiana: sudore, emotività, affetti e lavoro, parlando del contesto culturale e sociale al quale appartengono. L’accostamento di pezzi indipendenti, di origini diverse, in un’immagine significante rappresenta il processo di formazione dell’identità personale e culturale di un popolo, possibile solo grazie alla complessità di questi scambi.

di Elena Redaelli

Casa Zegna_DSC1957

FONDAZIONE ERMENEGILDO ZEGNA: UN SECOLO DI ECCELLENZA TRA IMPRENDITORIA, COMUNITA’, AMBIENTE E CULTURA

Oltre un secolo di eccellenza del made in Italy, tra imprenditoria e filantropia, cura dell’ambiente e delle comunità: questa è la sintesi della storia del Gruppo Zegna. Della Fondazione omonima che si occupa anche di cultura ed arte contemporanea ci parla la sua Presidente, Anna Zegna, discendente di Ermenegildo imprenditore visionario e fondatore dell’azienda conosciuta in tutto il mondo.

È Emilio Vavarella, inoltre, a parlarci del suo progetto esposto in questi mesi a Casa Zegna in cui l’arte coniuga tecnologia e tessile, territorio e eccellenze artigianali, temi ambientali e storia aziendale.

di Barbara Pavan

Portrait in my studio with the work Untitled (after Fragonard) 2021. Photo cr. Barry Macdonald, copyright Anne von Freyburg

ANNE VON FREYBURG: L’ARTE GUARDA ALL’ARTE PER ROMPERE GLI SCHEMI E SOVVERTIRE GLI STEREOTIPI

Le opere di Anne von Freyburg nascono dalla combinazione di pittura e fiber art e, reinterpretando in modo ironico e un po’ kitsch i dipinti di antichi maestri di epoca Rococò, sollevano domande mettendo in discussione i concetti di cultura alta e cultura bassa e le idee stereotipate di bellezza femminile. Tutto questo, in una intervista esclusiva per ArteMorbida.

di Maria Rosaria Roseo

Caroline Achaintre  Ibis, 2016  hand tufted wool  250 x 215 cm

CAROLINE ACHAINTRE E L’IDENTITÀ PLURALE

Le opere di Caroline Achaintre esplorano la pluralità dell’identità: creature ibride, in cui l’artista declina contaminazioni ispirate dai riti del folclore e dall’ambiguità delle maschere quanto dal primitivismo o dall’espressionismo tedesco, tanto dal reale quanto dal fantastico restituendoci lavori che dialogano in maniera intima ed esclusiva con la parte più arcaica e profonda di noi.

di Barbara Pavan

TAMAT_ICONO10210

TAMAT

Musée de la Tapisserie et des Arts Textiles de Tournai, Belgio, è un museo dedicato all’arazzo e alle arti tessili di cui la città vanta una secolare tradizione. Un’istituzione che svolge un ruolo determinante nella conservazione, nello studio, nella promozione e nella divulgazione della conoscenza di cui vi raccontiamo attività, storia e progetti.

di Barbara Pavan

Slufter Triptych, 2022, rope waste, silk dyed naturally with indigo gimping, passementerie

SPERIMENTARE L’INTERAZIONE TRA UOMO E NATURA ATTRAVERSO L’ARTE: LE OPERE IMMERSIVE DI JOANA SCHNEIDER

Intervista esclusiva con Joana Schneider, giovane artista nata a Monaco di Baviera e che attualmente vive e lavora nei Paesi Bassi, è laureata alla Royal Academy dell’Aia.
Joana Schneider crea installazioni spaziose e ambienti scultorei che presentano un contatto sostenibile con i materiali organici, il suo processo di lavoro intuitivo si ispira a pratiche e lavorazioni tradizionali.

di Maria Rosaria Roseo

Crediti fotografici Christina Katharina Lökenhoff

LO STRATO LIMINARE DI SETA E CERA NELL’OPERA DI CHRISTINA KATHARINA LÖKENHOFF

Le membrane di Christina Katharina Lökenhoff, di seta immersa nella cera, non racchiudono ma, invece, sono un canale per aprirsi al mondo, verso un’unità dimenticata, alla riscoperta del potere femminile per scoprire strategie creative di sostenibilità in un ideale mondo senza più frontiere.

di Elena Redaelli

TogetherWeBloom

GIO SWABY: L’ARTE COME ATTO D’AMORE

Gio Swaby è una giovane artista delle Bahamas conosciuta per i suoi ritratti tessili che esplorano e celebrano l’essere neri e la femminilità, ispirata da una filosofia che fa dell’arte un atto di amore. L’abbiamo intervistata poco dopo l’apertura della sua recente mostra personale al Museum of Fine Arts di San Pietroburgo in Florida.

di Barbara Pavan

Santa Murta 2021-2022 80x60cm wool 1000�

SPOTLIGHT ON KATIKA

Unendo la passione per l’arte in tutte le sue forme e per l’uncinetto, vissuto come forma di meditazione, Katika, fiber artist nata in Ungheria nel 1989 e formatasi alla Ural State University of Architecture and Art, crea quadri tessili dai colori vivaci, caldi e dalle forme morbide. Il fulcro della sua ricerca raccontato in questo spotlight per ArteMorbida.

di Maria Rosaria Roseo