Focus On

ARTEMORBIDA ONLINE VS RIVISTA TRIMESTRALE PERIODICA

Vi state chiedendo quale sia la differenza fra ARTEMORBIDA Online e ARTEMORBIDA rivista trimestrale periodica, in versione digitale e cartacea?

Trovate qui tutte le risposte alle vostre domande!

ArteMorbida è il magazine di riferimento per gli appassionati di fiber art e arte tessile con una ricca proposta tematica che si rivolge sia al contemporaneo che alla storia dell’arte moderna e antica. Quotidianamente, la rivista contribuisce alla promozione e alla diffusione di questo linguaggio dell’arte e guida appassionati, collezionisti ed operatori alla scoperta dei protagonisti, delle opere, delle tendenze e degli spazi ad esso dedicati.

Una realtà in crescita costante ed esponenziale, ArteMorbida ha visto aumentare collaborazioni e media partnership internazionali che la candidano a diventare il fulcro di una rete di informazione e di partecipazione attiva in questo settore.

Sotto il denominatore comune di Artemorbida trovate due prodotti editoriali con caratteristiche differenti, scopritele qui!

La rivista trimestrale periodica, digitale e cartacea – nella versione italiana o in quella inglese, con approfondimenti e focus tematici, documenta status quo ed evoluzione dell’arte tessile, candidandosi a diventare testimonianza enciclopedica e dettagliata da collezionare.

Ogni numero raccoglie approfondimenti, saggi e testi di autori selezionati, chiamati a collaborare per la loro comprovata competenza in ambiti specifici dell’arte tessile. La nostra proposta è curata, in ogni nuovo numero, per dare rilievo a una tematica sempre differente alla quale si relazionano almeno un quarto degli articoli selezionati per la pubblicazione. Il nostro ultimo numero, il settimo, è volto al tema dell’arazzo contemporaneo.

Nelle 80 pagine della rivista si possono scoprire le mille sfaccettature ed evoluzioni di questa tecnica tradotta nei linguaggi di artisti di rilevanza internazionale. Sheila Pepe attraverso i suoi intrecci consegna allo spettatore un punto di vista femminista e incoraggia aperture culturali verso la trasformazione degli stereotipi di genere, Mimmo Totaro attraverso fili tesi disegna eleganti e poetiche geometrie a parete e nello spazio, Hoda Tawakol si esprime con forme organiche, generose e vive di colore e Goshka Macuga crea arazzi distopici per una mostra alla Fondazione Prada. Anche gli appassionati di storia non rimangono delusi, ogni numero è arricchito da un approfondimento speciale sulla storia dell’arte. In questo caso, l’esperta Elisa Monfasani ci ha guidato alla scoperta dell’affascinante processo di restauro dei magnifici arazzi fiamminghi di Marsala.

Attraverso un’accurata scelta delle tematiche e dei nostri collaboratori la rivista trimestrale periodica, in versione digitale e cartacea, è un oggetto prezioso e una piccola opera d’arte in sé stessa. Realizzato con cura nei minimi dettagli, con una grafica accattivante e un’altissima qualità d’immagine, è un piacere per la mente e i sensi.

Artemorbida Online. 

Cliccando su www.artemorbida.com potete accedere facilmente e in maniera totalmente gratuita a una vastissima selezione di eventi per soddisfare la vostra curiosità e tenervi aggiornati sulle ultime novità a livello internazionale. Una costante panoramica su bandi, premi e residenze d’artista vi darà la possibilità di allargare esponenzialmente il vostro bacino di opportunità professionali. Inoltre, le interviste ad artisti, operatori, aziende e gallerie, musei legati al mondo fiber vi forniranno continui stimoli e ispirazione.

Con il suo dinamismo, il sito di Artemorbida è uno strumento indispensabile per coltivare la passione per l’arte tessile e mantenere uno sguardo sempre aggiornato su tutto ciò che accade nell’ambito della fiber art internazionale.

Per darvi un’idea di quanto questo strumento sia utile a tutti gli appassionati ed i professionisti di questo settore vi raccontiamo la storia di Camilla Cesarini e Contextile. A Settembre 2021 la nostra redazione pubblicava il bando con tutte le informazioni e i link necessari per partecipare all’edizione di Contextile 2022. Nel frattempo, il nostro team portava avanti la sua capillare opera di ricerca e documentazione sull’arte tessile scovando la giovane Camilla Cesarini (aka Armadilly).  A questo link potete trovare l’interessante intervista di Barbara Pavan all’ artista: https://www.artemorbida.com/interview-with-armadilly/?lang=en

Grazie ad Artemorbida, Armadilly è venuta a conoscenza del bando e ha sottoposto i suoi arazzi pop alla giuria del famoso premio.  Così, nel nostro articolo redazionale di Maggio 2022, dedicato ai vincitori, con piacere immenso abbiamo pubblicato anche il suo nome fra quello degli altri artisti selezionati  https://www.artemorbida.com/contextile-2022-re-make/?lang=en.

L’arte di Armadilly non si è fermata e ne abbiamo scritto ancora https://www.artemorbida.com/trust-me-im-a-liar-armadillys-pop-tapestries-on-display-in-perugia/?lang=en. Anche il nostro rapporto con Contextile si è sviluppato ulteriormente e quest’anno ne siamo diventati media partner.

Questa è solo una delle molte storie di successo e networking efficace legate alla nostra pubblicazione online.

Che stiate cercando un nuovo libro da leggere, un bando per dare sfogo alla vostra creatività, un’artista a cui ispirarvi; Artemorbida, nella sua edizione online o in quella cartacea/digitale ha strutturato le sue proposte editoriali per soddisfare anche i lettori più esigenti.

Se avete domande su come abbonarvi, se volete collaborare con noi o per qualsiasi altra curiosità rivolgetevi alla nostra redazione: info@artemorbida.com

Vi aspettiamo tra i nostri abbonati, buona lettura!

Focus On

ARTEMORBIDA ONLINE VS the QUARTERLY PERIODICAL MAGAZINE

Are you wondering about the difference between ARTEMORBIDA Online and ARTEMORBIDA quarterly magazine, digital or printed?

Here are the answers to all your questions!

ArteMorbida, with its rich thematic offer focusing on contemporary as well as modern and ancient art history, is the ultimate magazine for fibre art and textile art lovers. Daily, the magazine contributes to promoting and disseminating this artistic language and leads enthusiasts, collectors and professionals to discover the relevant key players, artworks, trends and spaces.

A reality in constant and exponential growth, ArteMorbida has seen an increase in collaborations and international media partnerships qualifying it as the focal point of a network of information and active participation within the field.

Under the ArteMorbida umbrella, you can find two publications with different characteristics; discover them here!

The quarterly periodical, digital and print magazine – in its Italian or English version, with in-depth analysis and thematic focus – documents the status quo and evolution of textile art, bidding to become an exhaustive and comprehensive testimony worth collecting.

Each issue gathers insights, essays and texts by selected authors, chosen for their proven knowledge in specific areas of textile art. In each new issue, we focus on a different topic to which at least a quarter of the articles selected for publication is related. For example, our latest and seventh issue focuses on the theme of contemporary tapestry.

In the magazine’s 80 pages, readers can discover this technique’s many facets and evolutions translated into the language of internationally renowned artists. Sheila Pepe, through her interweaving, conveys a feminist perspective and encourages cultural openings aimed at overcoming gender stereotypes, Mimmo Totaro designs and creates elegant and poetic thread geometries in space, Hoda Tawakol expresses herself with organic forms generous and alive with colour, and Goshka Macuga crafts dystopian tapestries for an exhibition at the Fondazione Prada.

Those of you with a keen interest in history will not be disappointed either; each issue features an in-depth focus on art history. This time, our expert Elisa Monfasani leads us to discover the fascinating Marsala Flemish tapestries’ restoration process.

Through carefully choosing subjects and contributors, the periodic quarterly magazine, in digital and print versions, is a precious object and a small artwork in itself. Carefully crafted to the smallest detail, with eye-catching graphics and extremely high-quality images, it is a delight for the mind and senses.

ArteMorbida Online. 

By clicking on www.artemorbida.com, you get easy and totally free access to a vast selection of events designed to satisfy your curiosity and keep you up-to-date with the latest international news. A constant overview of calls for proposals, awards and artist residencies will allow you to expand your pool of professional opportunities exponentially. Furthermore, interviews with artists, practitioners, companies, galleries, and museums related to the fibre world will provide you with continuous stimuli and inspiration.

With its dynamism, the ArteMorbida website is an essential tool to nurture your passion for textile art and keep an eye on everything happening in the international fibre art scene.

To give you an idea of the relevance of ArtemMorbida online as a crucial tool for textile art professionals, here is the story of Camilla Cesarini and Contextile. In September 2021, we published the call for entries with all the information and links needed to participate in Contextile 2022. In the meantime, our team carried on its thorough research and documentation work into textile art, scouting the young Camilla Cesarini (aka Armadilly). You can find Barbara Pavan’s exciting interview with the artist at this link: https://www.artemorbida.com/interview-with-armadilly/?lang=en.

Thanks to ArteMorbida, Armadilly learnt about Contextile open call and submitted her pop tapestries to the jury. So, in our May 2022 news article dedicated to the competition’s winners, it was with immense pleasure that we listed her name among the other shortlisted artists https://www.artemorbida.com/contextile-2022-re-make/?lang=en

Armadilly’s artistic journey has not stopped, and we wrote about its developments https://www.artemorbida.com/trust-me-im-a-liar-armadillys-pop-tapestries-on-display-in-perugia/?lang=en.

Our relationship with Contextile developed further, and we became its media partner.

This is just one of many success stories and an example of effective networking powered by our online publication.

Whether you are looking for a new textile title to read, an open call to unleash your creativity, or an artist to inspire you, ArteMorbida, in its online or print/digital edition, has structured its publications to satisfy even the most demanding readers.

If you have questions on how to subscribe, if you would like to collaborate with us or for any further curiosity, please contact our staff at info@artemorbida.com

We look forward to having you among our subscribers! Enjoy your reading!

Elena Redaelli

English version Dal 2010 mi occupo di arte contemporanea realizzando progetti fra scultura tessile, arte ambientale e social practices. Negli ultimi anni il mio lavoro mi ha portato a vivere viaggiando con progetti e residenze artistiche nel mondo. Esploro processi di generazione e trasformazione della materia, applicando diversi livelli di controllo e indagando i limiti tra autorialità e partecipazione.Talvolta il materiale prende il sopravvento, altre volte sono i partecipanti di un progetto o l’ambiente stesso a farlo, risultando in un dinamico e continuo scambio. Il fare manuale è per me un processo d’interrogazione dell’ambiente e uno strumento per entrare in contatto con nuove persone e culture. Nei miei progetti applico una commistione di tecniche differenti prese dalla scultura, dall’artigianato, dal disegno e dall’ estetica relazionale. Ricerco e utilizzo tecniche antiche: tessitura a telaio, arazzo, crochet, feltro, ricamo, annodature e carta fatta a mano. Nelle mie installazioni, che si sviluppano su larga scala, unisco metodi di lavorazione lenta a nuove tecnologie. Tutto ciò che riguarda il tessile è sempre stato estremamente affascinante per me. Mi piace imparare e condividere idee e conoscenze sul vasto mondo delle fibre ed e’ quello che ho fatto durante i miei viaggi di ricerca tra Europa, Asia, USA e Africa.