Textile pills

Betty Muffler

English (Inglese)

Betty Mufler with Ngangkari Ngura. Photograph Meg Hansen

Fonte:Art Guide Australia

Lo sfondo nero fumoso che fa capolino dietro le strisce e i cerchi bianchi, lilla e blu pallido del Paese emerge dalla mente dell’artista senior Pitjantjatjara Betty Muffler su ampie superfici di tela. Lavorando attraverso la pittura, il disegno, la stampa e la tessitura del tjanpi (erba nativa), Muffler mappa le vie viste e non viste della terra, centrando i siti di guarigione conosciuti dalla sua comunità. La sua cura per il Paese è palpabile attraverso i suoi segni delicati e rigogliosi, che tracciano luoghi che hanno subito traumi profondi; è testimone dei danni e delle ingiustizie coloniali che continuano a segnare i luoghi a cui è legata.

Quasi ottantenne, con numerosi riconoscimenti e una copertina di Vogue (le sue opere sono state pubblicate sul numero di settembre 2020 della rivista), Muffler è ora in mostra alla NGV Triennial 2023 della National Gallery of Victoria. Il suo dipinto in mostra, Ngangkari Ngura (Healing Country), 2022, è stato commissionato per la prima volta dall’Australian Centre for Contemporary Art (ACCA) per Like A Wheel That Turns, una mostra che comprende sette artisti australiani, ognuno dei quali ha ampliato il concetto di pittura.

Ngangkari Ngura (Healing Country), 2020. Pigmented ink on paper, 122 x 152. Image courtesy of Art Gallery of South Australia. Photograph: Grant Hancock