British Textile Biennial

English (Inglese)

01. – 31. 10. 2021
Pennine Lancashire, Regno Unito

La British Textile Biennial ritorna nel 2021 con nuove opere di artisti, mostre e performance presentate sullo sfondo dell’imponente infrastruttura dell’industria del cotone nella Pennine Lancashire. Nel 2021, BTB21 rivolge la sua attenzione alla natura globale dei tessuti e alle relazioni che creano, sia storicamente che oggi, con una nuova importante installazione della vincitrice del Turner Prize Lubaina Himid e della storica della moda Amber Butchart come curatrice ospite.

Con un costante interesse per la storia del tessile nei contesti dell’Africa orientale e britannica, Lubaina Himid presenterà un nuovo importante lavoro in risposta alla Gawthorpe Textile Collection di Burnley, esplorando le storie di industrializzazione, lavoro femminile, migrazione e globalizzazione. La Gawthorpe Textile Collection è una delle collezioni tessili più interessanti del Regno Unito, con oltre 30.000 manufatti, che abbracciano cinque secoli, coprono una vasta gamma di tecniche e provengono da tutto il mondo, questa collezione parla tanto di storie culturali, sociali e personali quanto di artigianato tessile.

Dopo l’enorme successo dell’ultima mostra di bandiere di protesta della Biennale, BTB21 inviterà il pubblico a condividere tessuti che hanno un significato per loro per raccontare storie di movimento, migrazione e produzione. Rispondendo allo stesso brief e accanto alla mostra pubblica, storica della moda e scrittrice, Amber Butchart curerà una sezione con pezzi scelti dalla Gawthorpe Textile Collection che sarà anche mostrata online. In qualità di curatrice ospite, Amber sta anche pianificando una serie di podcast con interviste agli artisti e una serie di eventi dal vivo da trasmettere.

Oltre alle nuove opere di artisti affermati ed emergenti, BTB sviluppa le sue esplorazioni con l’artista associato, Jamie Holman, nonché una collaborazione in corso con Reetu Sattar. 

Jamie Holman continua la sua indagine, iniziata in BTB19, sulle narrazioni globali intessute nelle storie della classe operaia di Blackburn, in una storia di trasformazione e trionfo che crea legami tra i primi operai della cartiera e i loro discendenti. Reetu Sattar, artista internazionale con sede a Dhaka, sviluppa lavori in una varietà di media che esplora le tensioni contemporanee tra le culture tradizionali nella diaspora del Bangladesh e le forze della modernità attraverso la storia in continua evoluzione dell’industria del cotone.

Come negli anni precedenti, BTB21 presenterà le sue mostre, installazioni, spettacoli e film in ex mulini e altri spazi raramente accessibili, come il Blackburn’s Cotton Exchange, aggiungendo risonanza e significato al lavoro, insieme a una serie di eventi e attività per coinvolgere il pubblico.

Il programma completo sarà annunciato nella primavera del 2021.

Informazioni:

https://superslowway.org.uk/news/british-textile-biennial-dates-for-2021-announce/

British Textile Biennial 2019:

https://britishtextilebiennial.co.uk/

Be the first to comment on "British Textile Biennial"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*