• 24 Settembre 2022 9:10

CHAT: WE ARE TEXTILE CULTURE NET!

English (Inglese)

Collaborazione in tempi difficili

Textile Culture Net (TCN) è stata un’iniziativa nata in risposta alle sfide poste dalla pandemia di COVID-19. Il programma è stato premiato con una menzione speciale nell’Outstanding Museum Practices Award 2021 del CIMAM (Comitato Internazionale per i Musei e le Collezioni d’Arte Moderna) ed è stato lodato per aver forgiato nuovi modelli di collaborazione transnazionale in risposta alla situazione di pandemia globale e all’urgenza ecologica.

Riunendo 4 istituzioni legate all’arte tessile e al design provenienti da tutto il mondo: CHAT di Hong Kong, The Central Museum of Textiles di Łódź, Polonia, Lottozero di Prato, Italia e TextielMuseum di Tilburg, Paesi Bassi, il TCN ha esordito nella primavera del 2020 con una serie di mostre d’arte contemporanea online di opere selezionate da ciascuna istituzione.

In questa edizione 2022, CHAT ha selezionato tre opere già presentate dal TCN in passato, ovvero ABOUT A WORKER, Pamela Bożek e Yamuna Forzani, e le ha accostate alle opere d’arte contemporanea di Alma Quinto della Collezione CHAT e ai progetti comunitari in collaborazione con Rebirth Garments e Caritas Bianchi College of Careers. Nell’ambito del Programma estivo, CHAT espande la sua rete creativa per includere la partecipazione attiva degli operatori locali e dei visitatori di CHAT in Seed to Textile, il programma partecipativo in corso presso il CHAT. Quest’anno, i partner di questo programma (noti come Seeders), tra cui Breakthrough Art Studio, Elizabeth Briel, Eastman Cheng, Hao Lap Yan Benjamin, Ma Wing Man e Pop & Zebra, invitano la comunità locale a partecipare ad attività di ricerca e sperimentazione per creare nuove opere collaborative e sviluppa progetti da presentare durante il periodo della mostra.

Diversità e inclusione

In linea con la missione di CHAT di tessere esperienze creative per tutti, la mostra e i workshop in programma sono condotti con l’obiettivo di coinvolgere persone dai background differenti. Le opere e i progetti d’arte contemporanea esposti sono stati realizzati grazie alla collaborazione con diversi gruppi, dal lavoro di Alma Quinto con i lavoratori migranti di Hong Kong al lavoro commissionato da Rebirth Garments con la comunità LGBTQ+. In Seed to Textile, i Seeders lavorano con gruppi di migranti ed etnie differenti, gruppi che si occupano di salute mentale, scuole e altro ancora.

Alma Quinto, Day Off Mo, 2018-19. Image courtesy CHAT

Sostenibilità

Il programma Seed to Textile di CHAT, dedicato all’impatto che varie industrie hanno avuto sull’ambiente, si concentra in particolare sulla sensibilizzazione alle problematiche ambientali attraverso mostre interattive, attività e laboratori aperti al pubblico che utilizzano materiali tessili e naturali riciclati.

A settembre, il CHAT lancerà anche il suo Learning Tour on Sustainability da prenotare in gruppo, pensato per educare il pubblico sulle pratiche contemporanee e sulle urgenze ecologiche. Destinato agli studenti e agli operatori del settore, il tour si propone di fornire al pubblico gli strumenti e gli stimoli per immaginare un futuro sostenibile.

Visita esperienziale al museo

Uno dei punti salienti del programma estivo è la gamma di attività ed esperienze pratiche offerte ai visitatori. Nel corso della stagione, i visitatori del CHAT potranno partecipare a laboratori di creazione di capi d’abbigliamento zero-waste, alla creazione di opere d’arte e ad attività di tintura come parte dell’esperienza museale, adatte a famiglie, operatori artistici e culturali, appassionati di tessuti o principianti.

Takahashi Mizuki, direttore esecutivo e curatore capo del CHAT, afferma: “We are Textile Culture Net! rappresenta l’amicizia e la fiducia che abbiamo costruito durante la pandemia, nonché lo spirito di inclusione del CHAT nel riunire le comunità attraverso pratiche creative volte al benessere”. Spero che questa rete creativa continui a espandersi con la partecipazione dei visitatori, alimentando idee e stimolando la gioia di creare con le proprie mani per tutti coloro che visitano il CHAT”.

Law Pik Yu Eugenia, assistente del curatore del CHAT, afferma: “Spinti dalle pressanti sfide della pandemia, ci chiediamo come costruire reti e collaborare con la natura e con gli altri esseri umani per suscitare visioni comuni e creare un’energia trasformativa. Attendiamo con ansia i risultati e le esplorazioni collettive dei Seeders, dei membri della comunità e dei visitatori”.

Photo of Access Breach, Radical Visibility event CHAT 2021 Spring Programme, image courtesy CHAT
Dettagli della mostra:

Titolo: We are Textile Culture Net!

Data: 27 agosto – 9 ottobre 2022

Orari di apertura:      11:00-19:00 (chiuso il martedì)

Sede:   CHAT, The Mills, 45 Pak Tin Par Street, Tsuen Wan, Hong Kong

Curatori ospiti:

Sjouk Hoitsma (TextielMuseum, Tilburg, Paesi Bassi)

Marta Kowalewska (Museo centrale del tessile di Łódź, Polonia)

Alessandra Tempesti (Lottozero, Prato, Italia)

Artisti partecipanti:

About a worker

Pamela Bożek

Breakthrough Art Studio

Elizabeth Briel

Eastman Cheng

Yamuna Forzani

Hao Lap Yan Benjamin

Ma Wing Man

Pop & Zebra

Alma Quinto

Rebirth Garments

Partners:

Africa Center Hong Kong

Asbury Methodist Social Service

Hoi Pa Street Government Primary School

Hong Kong Design Institute (HKDI)

Po Leung Kuk Lee Shing Pik College

St. Mary’s Canossian School

TWGHs Lok Ching CMHEPSC

TWGHs Lok Hong ICCMW

 

ABOUT A WORKER, ABOUT A WORKER – SHENZHEN, 2020_image courtesy_ ABOUT A WORKER