• Mar. Lug 5th, 2022

CONNECTED SPACES

English (Inglese)

Nella foto, due opere incluse nella mostra Connected Spaces. Nella foto a sinistra Michael F. Rohde, dettaglio Heart, 2016. Arazzo di lana, seta, tinture naturali. 36 x 32 inches. Foto di Andrew Neuhart. Nella foto a destra Cheryl Ann

AMOCA American Museum of Ceramic Art :   12 marzo – 21 agosto 2022

Panoramica della mostra:

Connected Spaces presenta quasi 50 opere d’arte degli artisti californiani Michael F. Rohde e Cheryl Ann Thomas. Questo insieme di sculture in ceramica e arazzi tessuti è incentrato su una recente serie creata dagli artisti attraverso uno scambio durato un anno tra il 2020-2021. La mostra include, oltre a questa nuova serie, anche alcuni pezzi caratteristici della pratica dei due artisti per fornire un contesto.

Connected Spaces: Cheryl Ann Thomas + Michael F. Rohde è curata da Jo Lauria, curatore aggiunto.

DAL CURATORE

Michael Rohde e Cheryl Ann Thomas sono due amici di lunga data le cui pratiche artistiche presentano notevoli differenze: Rohde, un tessitore, lavora con fili e telaio; Thomas, una ceramista, utilizza argilla e forno. La genesi della mostra si è sviluppata attorno al concetto di interscambio, un dare e ricevere, reciproco scambio di idee. Gli artisti hanno innanzitutto identificato un terreno comune nelle loro pratiche artistiche e, partendo da questo punto, si sono posti domande critiche sulle loro motivazioni e impegni.

Cheryl Ann Thomas:

“Le amicizie valorizzano gli individui attraverso lo scambio di idee. Qualcosa può emergere, che forse non era stato immaginato. Guardando il lavoro di Michael, considero colori e modelli ai quali non avrei pensato – il suo approccio è unico e ponderato. I materiali che usiamo hanno dei punti in comune. Il colore viene da materiali naturali; le sue forme sono costruite lentamente, come le mie. Entrambe le nostre opere presentano una linea continua simile. Poiché I miei bigoli di argilla non sono lisciati, la gente spesso scambia i miei lavori per oggetti intrecciati. I nostri metodi di costruzione della forma, linea per linea, sono lenti e contemplativi. Cosa accadrebbe se creassimo una nuova serie di lavori considerando come la fibra e l’argilla possono comunicare tra loro? In che modo la collaborazione ci porterebbe a una nuova direzione nelle nostre distinte discipline? Abbiamo deciso di impegnarci in questa indagine”.

Michael Rohde: “Come ha citato Cheryl, ci sono tanti fattori comuni nel modo in cui io e Cheryl affrontiamo la creazione artistica. A questi aggiungerei il vettore del tempo: ogni processo esecutivo è lento con lunghe ore di lavoro in isolamento, da qui l’aspetto meditativo del nostro processo.

Al di là di questo, entrambi usiamo il nostro mezzo con un approccio ribelle. Quale ceramista brucerebbe troppo le forme che ha con cura costruito? Perché un tessitore dovrebbe discostarsi da secoli di tentativi nel trasformare dipinti figurativi in immagini tessute? Entrambi abbiamo scelto di rompere le regole del nostro mestiere e fare qualcosa di nuovo. Portando avanti questo approccio, abbiamo deciso di imbarcarci in un progetto comune, uscendo dalle nostre pratiche solitarie ed entrando in un interscambio di idee e forme che sia espressione di entrambi”.

Durante il periodo di scambio, Cheryl è passata all’utilizzo di un’argilla diversa per realizzare questa serie particolare di vasi, abbandonando la porcellana del suo studio che produce una finitura opaca a favore di una formulata per dare, dopo la cottura, un effetto traslucido. Michael ha reagito a questo cambiamento variando i materiali e le dimensioni degli arazzi che rappresentano la serie in oggetto. Rispondendo alle qualità rifrangenti dei nuovi pezzi, Michael ha selezionato dei filati di seta per tessere i profili dei vasi, poiché la seta è un materiale più lucente della lana, usata invece nei suoi arazzi precedenti. Inoltre, poiché i vasi di questa serie sono di scala inferiore, Michael ha ridotto le dimensioni delle tessiture per meglio corrispondere alle proporzioni minute. Il design della mostra prevede di esibire separatamente questo gruppo di vasi traslucidi e le tessiture di seta per amplificare la loro connessione – solo una delle numerose rivelazioni da assaporare in Connected Spaces.

Cheryl Ann Thomas, Party of Three, 2020. Porcellana, 18x16x12 inches ( Gold, a sinistra), 32.5x13x13 inches (Gray, al centro), 17x13x13 inches (Pink, a destra)

Informazioni sugli artisti

Cheryl Ann Thomas

Cheryl Ann Thomas, nata nel 1943 a Santa Monica, CA, ha ricevuto il suo BFA dall’Art Center College of Design nel 1982 e ha iniziato a praticare arte a tempo pieno alla fine degli anni ’90. La sua prima mostra personale risale al 2000 e da allora il suo lavoro è stato esposto in mostre personali e collettive a New York, Los Angeles, Boston, Santa Fe, Parigi (Francia) e in Cina. Il suo lavoro è incluso nelle collezioni dell’American Museum of Ceramic Art, Museum of Fine Arts Boston, Museum of Fine Arts Houston, Fuller Craft Museum, Minneapolis Institute of Art, Cranbrook Academy of Art, Henan Museum in Cina e il Gardiner Museum of Ceramic Art di Toronto, Canada. Ha ricevuto una borsa di studio dalla prestigiosa Pollock-Krasner Foundation e ha ricevuto il Lee Krasner Award for Lifetime Achievement nel 2020.

Thomas vive e lavora a Ventura, California.

Michael F. Rohde

Michael F. Rohde, nato nel 1943, è un tessitore fin dal 1973 e ha completato i suoi studi alla Alfred Glassel School dello Houston Museum of Fine Arts nel 1981. Il suo lavoro è stato incluso nel programma Art in Embassies del Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, in mostre al Textile Museum di Washington, DC, all’American Craft Museum di New York, alla Triennale dell’arazzo su invito a Lodz, in Polonia, da Losanna a Pechino. Le sue mostre personali sono state presentate al Janina Monkute-Marks Museum in Lituania e al San Luis Obispo (CA) Museum of Art, e Mingei International Museum in Balboa Park a San Diego. Il suo lavoro è presente nelle collezioni permanenti del Textile Museum (Washington, DC), il Mingei International Museum, il San Jose Museum of Quilts and Textiles, il Ventura County Museum of Art, il Racine Art Museum e l’Art Institute of Chicago.

Rohde vive e lavora a Westlake Village, California.

Questa mostra è finanziata in parte dalla Boardman Family Foundation e dal LA County Department of Arts & Culture.

Michael F. Rohde, re: Party of Three: Gold (a sinistra), re: Party of Three: Gray (al centro), e re: Party of Three: Pink (a destra), 2021. Arazzo tessuto a mano: seta, lana, tinture naturali, 30 x 24 inches (ciascuno) incorniciato. Foto di W. Scott Miles