English (Inglese)

Cosa leggeremo nel numero di Aprile di ArteMorbida Textile Arts Magazine

Anticipazioni dei contenuti: tanti, interessanti, stimolanti. Non ne potrete più fare a meno!
Abbonati subito QUI


LA TECNOLOGIA COME FONTE DI ISPIRAZIONE: INTERVISTA CON WLODZIMIERZ CYGAN

Un approfondimento sul percorso professionale di questo importante artista polacco che, influenzato sin da ragazzo dal fenomeno della “Scuola Tessile Polacca” e dal lavoro di Magdalena Abakanowicz, sceglie di dedicarsi al tessile, come oggetto e soggetto della sua ricerca artistica.

di Maria Rosaria Roseo

7

DIRE, FARE, CUCIRE: FLORENCIA MARTINEZ

Un’ampia panoramica sul lavoro di Florencia Martinez seguendo le sue tracce dagli esordi a Buenos Aires fino al suo studio milanese ed ai successi internazionali.

di Barbara Pavan

LA CELEBRAZIONE DELLA MATERIA: Andie Grande

Eva Taieb, (gallery owner) proprietaria della galleria d’arte The Fibery con sede a Parigi, presenta lartista di origini italiane, Andie Grande, raccontando di un percorso di ricerca incentrato sui temi dell’impegno ambientale e sui principi dell’ecosostenibilità. Combinando materiali di uso comune l’artista realizza “opere colorate e ricche che si moltiplicano nello spazio e irradiano la loro energia comunicativa”.

DSC_4458

A SENSIBLE DESIGN 

Caravan design, realtà che promuove progetti creativi incentrati su un approccio alternativo allo spazio pubblico e domestico. Unendo alla cura del dettaglio le più innovative tecniche digitali, i progetti di Caravan affrontano sfide attuali rivalutando la tradizione.

di Elena Redaelli

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

AFRAN: UN’ESTETICA DEL LIMITE

Erika Lacava ci porta nella Collezione Museo della Permanente di Milano alla scoperta dell’opera “Lo sconfitto” di AFRAN.

LA PAROLA AI FILI

L’intervista a Silvia Beccaria ci svela il suo percorso artistico degli ultimi anni, tra sperimentazione e ricerca, tra collaborazioni e progetti internazionali.

di Barbara Pavan

FOTO 18 Elena portrait 1

ART INSIDERS: LA PAROLA AI PROFESSIONISTI DEL SETTORE

Elena Francia Gabriele, manager director di EFG Art Ltd, agenzia che si occupa di promozione di artisti emergenti e progetti artistici, parla dell’esperienza professionale ma anche personale in questo settore tanto fondamentale quanto complesso e mutevole, che richiede doti manageriali, sensibilità nei confronti dell’arte e dell’artista, capacità di cogliere e saper trasmettere il senso e il messaggio dell’arte allo scopo di porsi compiutamente come reale e concreto tramite tra artista, collezionista e pubblico.

 

FOTO 7 BODY 3, 2019

MALGORZATA JABLONSKA: MOSTRARE L’INVISIBILE:

Un’intervista in cui l’artista racconta di una ricerca artistica che esplora la dimensione interiore, spirituale e la fragilità dell’essere umano, riuscendo a “dipingere l’invisibile”.

di Maria Rosaria Roseo

Il Museo MURATS

L’approfondimento sui luoghi del tessile è dedicato in questo numero al MURATS di Samugheo, una realtà museale dinamica capace di coniugare la conservazione della memoria e della tradizione artigianale sarda con nuove attività legate alla didattica, al design ed all’arte contemporanea.

di Barbara Pavan

dav

HANNALIE TAUTE, STORIE DI COLORI E OMBRE

La vita e l’arte per Hannalie Taute, non hanno soluzione di continuità, si nutrono a vicenda.
Attraverso le parole di Elena Redaelli, scopriamo questa artista Sudafricana che inventa storie di fili incrociati su superfici nere come il petrolio, scivolose e fredde, fatte di gomma riciclata.

di Elena Redaelli

FOTO 7 LollipopLotus_KKhan_15x16x6_IMG_8727_1

KAY KHAN: IMMAGINIFICHE SCULTURE TESSILI:

L’artista presenta le opere inedite realizzate durante questo lungo anno pandemico, mostrandoci come l’arte sia in grado di fornire una possibile risposta ai cambiamenti epocali in atto, interpretando la realtà in senso resiliente e costruttivo.

di Maria Rosaria Roseo

ARCHITETTURE DELL’INFINITO

Monica Pennazzi racconta la sua ricerca artistica e le sue architetture effimere di filo, tra installazioni site specific e progetti per il futuro nell’intervista di Barbara Pavan.

di Barbara Pavan

TESSUTI COPTI DEL MUSEO DI PALAZZO MOCENIGO

Al Museo di Palazzo Mocenigo sono raccolti i tessuti copti provenienti dall’ex-Centro Internazionale delle Arti e del Costume di Palazzo Grassi, quelli del Museo Correr, ed i pezzi acquistati da Theodor Graf di Vienna. Carmen Romeo ce ne parla, per la rubrica di approfondimento Homo Faber.

di Carmen Romeo

FOTO 10 Unravel 3 - 2012 - Acrylic, Yarn and Tree branches - 216 x 127 cm

JACIN GIORDANO: Uno spotlight on, in cui Giordano racconta di come l’incontro con le sculture dei Prigioni di Michelangelo presso la Galleria dell’Accademia di Firenze, lo abbia affascinato e ispirato, conducendolo ad approfondire la ricerca di una materialità scultorea nei suoi dipinti.

di Maria Rosaria Roseo