Riflettori su

EA TEN KATE

Ea Ten Kate è un’artista visuale olandese che vive e lavora a Göteborg, in Svezia. Ha conseguito ilBachelor of Fine Arts AKV St. Joost, den Bosch, Olanda, nel 2005 e nel 2015 il Master of Fine Arts, Textile, HDK Gothenburg.

“Lavoro nel contesto delle arti tessili contemporanee e del ricco e variegato vocabolario rituale delle culture indigene e dell’immaginario religioso. La domanda che permea la mia pratica è: Cosa ci dà conforto? Come utilizziamo le cose che vediamo, leggiamo e tocchiamo per trovare la pace in un mondo burrascoso? Come si può usare lo spazio pubblico quale strumento di conforto?

L’uso del tessuto per creare le mie opere è una scelta molto consapevole. È un materiale tattile, che coinvolge più sensi della sola vista. È morbido e innocuo, ma capace di portare identità, di unire le persone e di proiettare grandi idee in un’unica opera.

Le opere e i progetti che ne risultano spaziano dalle dimensioni intime a quelle monumentali. Il colore gioca un ruolo importante, e le opere si evolvono in modo organico – ogni segmento si relaziona al precedente e informa il successivo.

Mi interessa molto il modo in cui tutte le culture, in tutte le epoche, comunicano che gli oggetti hanno un valore, sono sacri, sono importanti. Come tendiamo verso la simmetria, il ritmo, i modelli e i colori brillanti”.

“… ci sono molte più somiglianze che differenze tra il modo in cui esprimiamo visivamente il valore degli oggetti, su come gli esseri umani nascono con questo innato vocabolario visivo che è influenzato dall’ambiente circostante ma che segue comunque le stesse forme e gli stessi schemi di base.

Il mio lavoro non rappresenta una cultura specifica, rappresenta l’impulso dell’umanità a creare cultura da ciò che le circonda”.

Fonte: www.eatenkate.com

             https://www.instagram.com/eatenkate/

Le foto sono state prese dal sito web dell’artista e sono coperte da copyright

“Life In The Forest Is Not Always Rewarding”, copyright Ea Ten Kate

Anything you can dream up nature has already done for you I”, copyright Ea Ten Kate

“I Dream The Sky”, modular installation, 2017, textile, embroidery, paint, copyright Ea Ten Kate

“I Dream The Sky – Big One”, 2017, textile, embroidery, paint, copyright Ea Ten Kate

“I Dream The Sky – Quiche”, 2017, textile, embroidery, paint, copyright Ea Ten Kate

“Horizon & Prayer Mat”, 2015 – MFA thesis work, copyright Ea Ten Kate

 

“Horizon & Prayer Mat-Horizon process”, 2015 – MFA thesis work, copyright Ea Ten Kate

“Horizon & Prayer Mat-Horizon process”, 2015 – MFA thesis work, copyright Ea Ten Kate

“Templar Phases XVI assembly “, 2016, copyright Ea Ten Kate

Spotlight on

EA TEN KATE

Ea Ten Kate is a Dutch visual artist living and working in Gothenburg, Sweden. She received her Bachelor of Fine Arts, AKV St. Joost, den Bosch, Netherlands in 2005  and in 2015 she received her Master of Fine Arts, Textile, HDK Gothenburg.

“I work within the contexts of contemporary textile arts and the rich and varied ritual vocabulary found in indigenous cultures and religious imagery. The question that permeates my practice is: What gives us comfort? How do we use the things we see, read and touch to find peace in a stormy world? How can public space be used as an instrument of solace?

Using textile to create my works is a very deliberate choice. It is a tactile material, engaging more senses than just sight. It is soft and harmless, yet capable of carrying identities, uniting people, and project vast ideas in one single work.

The resulting works and projects range in size from intimate to monumental. Color plays an important role, and works evolve organically – each segment relating to the previous and informing the next one.

I am very interested in the way in which all cultures, through all ages, choose to signify that objects have value, are sacred, are of importance. How we tend towards symmetry, rhythm, patterns and bright colours”.

“…there are far more similarities than differences between how we visually express that things are of value, like humans are born with this innate visual vocabulary that is influenced by its surroundings but still follows the same basic shapes and patterns.

My work does not represent any specific culture, it represents humanity’s urge to create culture from whatever is around them”.

Source: www.eatenkate.com

               https://www.instagram.com/eatenkate/

Photos has been taken from the artist’s website and are covered by copyright  

“Life In The Forest Is Not Always Rewarding”, copyright Ea Ten Kate

Anything you can dream up nature has already done for you I”, copyright Ea Ten Kate

“I Dream The Sky”, modular installation, 2017, textile, embroidery, paint, copyright Ea Ten Kate

“I Dream The Sky – Big One”, 2017, textile, embroidery, paint, copyright Ea Ten Kate

“I Dream The Sky – Quiche”, 2017, textile, embroidery, paint, copyright Ea Ten Kate

“Horizon & Prayer Mat”, 2015 – MFA thesis work, copyright Ea Ten Kate

 

“Horizon & Prayer Mat-Horizon process”, 2015 – MFA thesis work, copyright Ea Ten Kate

“Horizon & Prayer Mat-Horizon process”, 2015 – MFA thesis work, copyright Ea Ten Kate

“Templar Phases XVI assembly “, 2016, copyright Ea Ten Kate

Maria Rosaria Roseo

English version Dopo una laurea in giurisprudenza e un’esperienza come coautrice di testi giuridici, ho scelto di dedicarmi all’attività di famiglia, che mi ha permesso di conciliare gli impegni lavorativi con quelli familiari di mamma. Nel 2013, per caso, ho conosciuto il quilting frequentando un corso. La passione per l’arte, soprattutto l’arte contemporanea, mi ha avvicinato sempre di più al settore dell’arte tessile che negli anni è diventata una vera e propria passione. Oggi dedico con entusiasmo parte del mio tempo al progetto di Emanuela D’Amico: ArteMorbida, grazie al quale, posso unire il piacere della scrittura al desiderio di contribuire, insieme a preziose collaborazioni, alla diffusione della conoscenza delle arti tessili e di raccontarne passato e presente attraverso gli occhi di alcuni dei più noti artisti tessili del panorama italiano e internazionale.