• Ven. Lug 1st, 2022

Elaine Longtemps e l’ Alzheimer’s Project

English (Inglese)

*Foto in evidenza: 27 Gennaio 2022 – Pronta a iniziare la sezione otto_Il progetto Alzheimer, copyright Elaine Longtemps

Nel prossimo numero della nostra rivista in abbonamento, che sarà disponibile a partire dal 30 Aprile 2022, potrete leggere l’intervista alla visual artist Elaine Longtemps.

Vogliamo però anticiparvi in questo focus, i contenuti del suo ultimo coinvolgente progetto, alcune foto dei lavori in corso e soprattutto l’invito a prendervi parte che Elaine rivolge direttamente ai nostri lettori:

“Attualmente sono impegnata in The Alzheimer’s Project, un progetto enorme che occupa la maggior parte dello spazio nel mio piccolo studio.  Qui sotto potete trovare la lettera che invio e divulgo dovunque sia possibile”.

The Alzheimer's project_Dettaglio_sezione 1 a 3, copyright Elaine Longtemps

Cari amici,

Sto raccogliendo ricordi per un grande progetto sull’ Alzheimer nel quale ho intenzione di usare 3419 corde dipinte in tonalità di grigio che rappresentano i neuroni e 3872 strisce double-face di testo su tessuto in colori vivaci che rappresentano i ricordi.  Le corde sospese e il testo in tessuto copriranno inizialmente la parola dipinta, ma la riveleranno progressivamente man mano che cadranno a terra da sinistra a destra, fino a formare un enorme groviglio di corda e tessuto.

Vi chiedo di contribuire con i vostri ricordi.  Siano essi ricordi piacevoli, ricordi tristi, ricordi storici, legati o non legati a qualcuno che conoscete che ha o ha avuto il morbo di Alzheimer o qualsiasi malattia legata all’Alzheimer.  Finora ho raccolto 477 ricordi in 3 lingue diverse provenienti da luoghi lontani come Messico, Guatemala, Irlanda e Inghilterra.  Uno dei miei preferiti è di un musicista che conosceva Aaron Copeland e descrive un pomeriggio con lui dopo che Aaron Copeland aveva sviluppato il morbo di Alzheimer.

Sono commossa dai ricordi che ho ricevuto.  Uno è quello di una bambina di dieci anni in Guatemala seguito da una sua foto con la bandiera del Guatemala in mano.  Questo è un progetto che richiede molto lavoro e che procede molto lentamente, io ne sono estremamente coinvolta e ho la fortuna di essere sostenuta, nel portarlo avanti, dai miei amici che ne riconoscono l’importanza.

Sono anche incoraggiata dalle persone che hanno donato i loro ricordi e mi ringraziano per aver dato loro l’opportunità di partecipare e di esprimersi.  Questo, tra l’altro, è in realtà un memoriale dedicato a mia madre che è morta di Alzheimer 14 anni fa.  Quando è morta, non riusciva a ricordare nulla della sua bellissima vita.  Questo progetto preserverà non soltanto i miei ricordi ma anche quelli di tutte le persone che mi hanno già mandato e mi manderanno i loro ricordi.

I lettori di questo articolo sono invitati a partecipare a The Alzheimer’s Project inviando un testo di almeno cinque righe che racconti di un loro ricordo a elongtemps@gmail.com indicando The Alzheimer’s Project come oggetto del messaggio. Si prega di includere il proprio nome, stato o paese e il colore preferito per le strisce di testo.

Preparazione per la sezione cinque_The Alzheimer's project, copyright Elaine Longtemps
The Alzheimer's Project_Starting Section Eight, copyright Elaine Longtemps
Ricordi perduti_scartati dalle sezioni 1-4_The Alzheimer's project, copyright Elaine Longtemps
Lettering completato per The Alzheimer's Project, copyright Elaine Longtemps
Dipingendo le lettere per The Alzheimer's Project, copyright Elaine Longtemps