Focus On

Elaine Longtemps e l’ Alzheimer’s Project

*Featured photo: Jan 27-2022-Ready to Start Section Eight_The Alzheimer’s Project copyright Elaine Longtemps

In the next issue of our magazine, which will be available from 30 April 2022, by subscription, you will be reading an interview with visual artist Elaine Longtemps.

With this focus, we’d like to give you a brief preview of her latest exciting project’s contents, some photos of the work process and above all, Elaine’s call for participation targeting our readers: “I am currently very involved in The Alzheimer’s Project, a huge project occupying most of the space in my small studio.  Below is the letter I send out and post wherever I can”.

The Alzheimer's Project_Detail_Section 1 to3, copyright Elaine Longtemps

Dear Friends,

I am collecting memories for a large project on Alzheimer’s disease in which I plan to use 3419 ropes painted in shades of grays representing neurons and 3872 double-sided strips of text on fabric in vivid colors representing memories.  The suspended ropes and fabric text will initially cover the painted word but progressively reveal it as they drop to the floor left to right building up to a huge tangle of rope and fabric.

I am requesting contributions of your memories.  They could be pleasant memories, sad memories, historical memories, related or not related to anyone you know who has or had Alzheimer’s disease or any disease related to Alzheimer’s.  I have 477 memories so far in 3 different languages and from places as far away as Mexico, Guatemala, Ireland and England.  One of my favorites is from a musician who knew Aaron Copeland and describes an afternoon with him after Aaron Copeland developed Alzheimer’s Disease.

I am moved by the memories I have received.  One was from a ten-year old girl in Guatemala with a photo of her holding the Guatemala flag.  This is a labor-intensive project and very slow moving, but I am committed to it and encouraged by my friends to carry through because it is important.  I am also encouraged by the people who have donated memories and thank me for giving them the opportunity to participate and to speak up.  This, by the way, is really a memorial to my mother who died of Alzheimer’s Disease 14 years ago.  By the time she died, she could remember nothing of her beautiful life.  This project will preserve not only my memories but also the memories of all the people who have sent me and will send me their memories.

Readers of this article are invited to participate in The Alzheimer’s Project by sending a memory of at least five lines of text to elongtemps@gmail.com with The Alzheimer’s Project in the subject line. Please include your name, state or country and the preferred color for your text strips.

Set Up For Section Five_The Alzheimer's Project, copyright Elaine Longtemps
The Alzheimer's Project_Starting Section Eight, copyright Elaine Longtemps
Lost Memories_Dropped from Sections 1-4_The Alzheimer's Project, copyright Elaine Longtemps
Completed Lettering for The Alzheimer's Project, copyright Elaine Longtemps
Painting in the Letters for The Alzheimer's Project, copyright Elaine Longtemps
Focus On

Elaine Longtemps e l’ Alzheimer’s Project

*Foto in evidenza: 27 Gennaio 2022 – Pronta a iniziare la sezione otto_Il progetto Alzheimer, copyright Elaine Longtemps

Nel prossimo numero della nostra rivista in abbonamento, che sarà disponibile a partire dal 30 Aprile 2022, potrete leggere l’intervista alla visual artist Elaine Longtemps.

Vogliamo però anticiparvi in questo focus, i contenuti del suo ultimo coinvolgente progetto, alcune foto dei lavori in corso e soprattutto l’invito a prendervi parte che Elaine rivolge direttamente ai nostri lettori:

“Attualmente sono impegnata in The Alzheimer’s Project, un progetto enorme che occupa la maggior parte dello spazio nel mio piccolo studio.  Qui sotto potete trovare la lettera che invio e divulgo dovunque sia possibile”.

The Alzheimer's project_Dettaglio_sezione 1 a 3, copyright Elaine Longtemps

Cari amici,

Sto raccogliendo ricordi per un grande progetto sull’ Alzheimer nel quale ho intenzione di usare 3419 corde dipinte in tonalità di grigio che rappresentano i neuroni e 3872 strisce double-face di testo su tessuto in colori vivaci che rappresentano i ricordi.  Le corde sospese e il testo in tessuto copriranno inizialmente la parola dipinta, ma la riveleranno progressivamente man mano che cadranno a terra da sinistra a destra, fino a formare un enorme groviglio di corda e tessuto.

Vi chiedo di contribuire con i vostri ricordi.  Siano essi ricordi piacevoli, ricordi tristi, ricordi storici, legati o non legati a qualcuno che conoscete che ha o ha avuto il morbo di Alzheimer o qualsiasi malattia legata all’Alzheimer.  Finora ho raccolto 477 ricordi in 3 lingue diverse provenienti da luoghi lontani come Messico, Guatemala, Irlanda e Inghilterra.  Uno dei miei preferiti è di un musicista che conosceva Aaron Copeland e descrive un pomeriggio con lui dopo che Aaron Copeland aveva sviluppato il morbo di Alzheimer.

Sono commossa dai ricordi che ho ricevuto.  Uno è quello di una bambina di dieci anni in Guatemala seguito da una sua foto con la bandiera del Guatemala in mano.  Questo è un progetto che richiede molto lavoro e che procede molto lentamente, io ne sono estremamente coinvolta e ho la fortuna di essere sostenuta, nel portarlo avanti, dai miei amici che ne riconoscono l’importanza.

Sono anche incoraggiata dalle persone che hanno donato i loro ricordi e mi ringraziano per aver dato loro l’opportunità di partecipare e di esprimersi.  Questo, tra l’altro, è in realtà un memoriale dedicato a mia madre che è morta di Alzheimer 14 anni fa.  Quando è morta, non riusciva a ricordare nulla della sua bellissima vita.  Questo progetto preserverà non soltanto i miei ricordi ma anche quelli di tutte le persone che mi hanno già mandato e mi manderanno i loro ricordi.

I lettori di questo articolo sono invitati a partecipare a The Alzheimer’s Project inviando un testo di almeno cinque righe che racconti di un loro ricordo a elongtemps@gmail.com indicando The Alzheimer’s Project come oggetto del messaggio. Si prega di includere il proprio nome, stato o paese e il colore preferito per le strisce di testo.

Preparazione per la sezione cinque_The Alzheimer's project, copyright Elaine Longtemps
The Alzheimer's Project_Starting Section Eight, copyright Elaine Longtemps
Ricordi perduti_scartati dalle sezioni 1-4_The Alzheimer's project, copyright Elaine Longtemps
Lettering completato per The Alzheimer's Project, copyright Elaine Longtemps
Dipingendo le lettere per The Alzheimer's Project, copyright Elaine Longtemps

Maria Rosaria Roseo

English version Dopo una laurea in giurisprudenza e un’esperienza come coautrice di testi giuridici, ho scelto di dedicarmi all’attività di famiglia, che mi ha permesso di conciliare gli impegni lavorativi con quelli familiari di mamma. Nel 2013, per caso, ho conosciuto il quilting frequentando un corso. La passione per l’arte, soprattutto l’arte contemporanea, mi ha avvicinato sempre di più al settore dell’arte tessile che negli anni è diventata una vera e propria passione. Oggi dedico con entusiasmo parte del mio tempo al progetto di Emanuela D’Amico: ArteMorbida, grazie al quale, posso unire il piacere della scrittura al desiderio di contribuire, insieme a preziose collaborazioni, alla diffusione della conoscenza delle arti tessili e di raccontarne passato e presente attraverso gli occhi di alcuni dei più noti artisti tessili del panorama italiano e internazionale.