GINA MORANDINI: insegnante, project manager, storica dell’arte della moda del costume, fiber artista

Ombretto, 2008, libro d'artista di Gina Morandini con poesia di Marina Giovannelli

English (Inglese)

Museo del Tessile di Chieri
“ARS ET INDUSTRIA” – Ciclo di Conferenze 2021
Sabato 12 giugno 2021 – ore 15.00 in streaming dal Museo del Tessile di Chieri

La partecipazione alla conferenza in streaming è gratuita. Per ricevere il link di connessione prenotarsi a: prenotazioni@fmtessilchieri.org

Prosegue il ciclo di conferenze «ARS ET INDUSTRIA», organizzato dal Museo del Tessile di Chieri. Sabato 12 giugno, alle ore 15.00, si svolgerà solo online l’incontro dedicato a Gina Morandini (1931-2021), una donna che, grazie alle sue azioni e il suo carisma, ha segnato la storia dell’arte tessile.

Le tre relatrici, Annamaria Poggioli (presidente “Le Arti Tessili APS”), Barbara Girardi (coordinatrice del “Premio Valcellina Award” Concorso Internazionale di Arte Tessile/Fiber Art Contemporanea) e Carmen Romeo (ricercatrice e saggista), presenteranno il progetto di mostra antologica e monografia intitolata “Gina Morandini: insegnante, project manager, storica dell’arte della moda e del costume e fiber artista”.

Il progetto è centrato sull’apertura di una Galleria d’Arte Tessile Contemporanea dedicata a Gina Morandini presso un’ala della sede dell’associazione “Le Arti Tessili” di Maniago (Pordenone) ed è correlato da una serie di eventi diffusi in Italia e all’estero, incluse mostre collaterali al Textile Center di Haslach (Austria), al Museo Carnico delle Arti e Tradizioni Popolari “Michele Gortani” di Tolmezzo, al Museo della Moda e delle Arti Applicate di Gorizia, al Museo del Tessuto di Prato, e altri luoghi significativi per l’artista recentemente scomparsa, incluso il Museo del Tessile di Chieri.

Nasceremorirenascere, 2005, Gina Morandini

Diverse opere di Gina Morandini sono presenti a Chieri, nella collezione civica “Trame d’autore”, in particolare Labirinto (2004), Boscovecchio (2006), due Libri d’artista (2009) e Oscuro contro la soglia chiara (2002). Quest’ultima è stata inserita nella mostra “I Introduce Myself”, visitabile dal 15 giugno al 15 settembre 2021 all’Imbiancheria del Vajro di Chieri, nell’ambito del progetto RestART!, di cui è capofila il Comune di Chieri, mentre la Fondazione Chierese per il Tessile e per il Museo del Tessile è uno dei partner coinvolti.

Gina Morandini fin da giovane ha lavorato nel campo della tessitura e della tessilità. È stata insegnante sin dal 1959, quando ha fondato la Sezione Arte del Tessuto, Tappeto e Arazzo presso la Scuola d’Arte di Udine. Studiosa riconosciuta a livello internazionale per le sue ricerche, è stata un’attiva Fiber Artist, ideatrice del concorso internazionale Premio Valcellina Award dedicato ai giovani artisti tessili.

La sua dimensione umana l’ha portata ad interessarsi di problematiche sociali, soprattutto legate al mondo femminile, ed impegnarsi in prima persona nella diffusione di una educazione volta al superamento delle stesse.

Be the first to comment on "GINA MORANDINI: insegnante, project manager, storica dell’arte della moda del costume, fiber artista"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*