Eventi

Giulio Locatelli – VEXILLA

*Featured photo: Giulio Locatelli, FLYING CARPET, 2021, lana e lana, 15×7,5 m

Giulio Locatelli’s solo exhibition Vexilla is opening on Saturday 12 March at the Ghiggini 1822 Gallery in Varese. The show is accompanied by a critical analysis by designer Andrea Ciotti. The young artist from Bergamo presents a series of installations explicitly made for the exhibition out of woven wool thread. “Vexilla” wants to be highly up-to-date. With this show, Locatelli deals with current events as in work “NOTWAR” or reflects on the topic of community with the spectacular “FLYING CARPET”, a project curated in 2021 by Giovanni Berera, already presented at the Ex Ateneo di Scienze, Lettere e Arti in Bergamo. Furthermore, the exhibition is an opportunity to launch the celebrations of the Ghiggini Family’s 200 years of activity in Varese.

“Giulio Locatelli’s journey begins with the raw material used in making banners, namely the thread. A woollen thread that is patiently crafted by hand using the loom’s ancient techniques, a meticulous and slow weaving, distinguished by the precision and perfection of every detail. A thread that holds ties and entanglements, both of a material and metaphorical nature, for the construction of stories, relationships, bonds and participation. […] With this exhibition, Giulio Locatelli proposed a powerful founding gesture, a reflection based on history and propelled towards the future, a future that is difficult to foresee but is definitely rich in relationships”. (from the text by Andrea Ciotti)

Giulio Locatelli,

Giulio Locatelli (Bergamo 1993) graduated in Painting at the Brera Academy of Fine Arts in Milan. His first solo exhibition entitled “Tracciati” was held in 2018 in “Sala Rossa”, Galleria Ghiggini, Varese. Afterwards, he participated in several shows such as: “Think BIG!”, curated by Francesca Canfora, Turin; “MINIARTEXTIL”, curated by Fondazione Sponga, Como; “Estroversioni”, Galleria Ghiggini, Varese. Over the years, the young artist has developed his research thanks to residency projects in Italy and abroad and has been a finalist in various competitions such as “Premio COMBAT”, “Premio ARTE LAGUNA”, “Premio GHIGGINIARTE”, “Premio NOCIVELLI”. In 2021, he created “FONDAMENTA”, a site-specific installation, in Galleria Ghiggini in Varese, on the occasion of “Varese Design Week”.

Giulio Locatelli, VESSILLO, 2022, tessitura mista e lana, 110X60 cm-dettaglio
Eventi

Giulio Locatelli – VEXILLA

*Foto in evidenza:Giulio Locatelli, FLYING CARPET, 2021, lana e lana, 15×7,5 m

Vexilla è il titolo della mostra personale di Giulio Locatelli che apre sabato 12 marzo alla Galleria Ghiggini 1822 di Varese. L’esposizione è introdotta dalla lettura critica del designer Andrea Ciotti. Il giovane artista bergamasco presenta una serie di installazioni realizzate ad hoc con la tecnica della tessitura e, in particolare, con l’utilizzo del filo di lana. La mostra “Vexilla” vuole essere estremamente contemporanea, Locatelli si confronta con avvenimenti attuali come per esempio con l’opera “NOTWAR” oppure, riflette sul tema della collettività grazie alla presenza dello scenografico “FLYING CARPET”, progetto curato nel 2021 da Giovanni Berera, già presentato presso l’Ex Ateneo di Scienze, Lettere e Arti di Bergamo. L’esposizione è altresì l’occasione per inaugurare i festeggiamenti dei 200 anni di attività della Famiglia Ghiggini a Varese.

“Il percorso intrapreso da Giulio Locatelli parte dalla materia prima che si utilizza nella confezione degli stendardi, ovvero il filo. Un filo di lana che viene lavorato pazientemente a mano con le tecniche antiche del telaio, una tessitura meticolosa e lenta, all’insegna della precisione e della perfezione di ogni singolo dettaglio. Un filo che racchiude in sé legami e intrecci, sia materici che metaforici, all’insegna della costruzione di racconti, relazioni, legami e partecipazioni. […] Con questa mostra Giulio Locatelli ci propone un gesto fondativo potente, una riflessione che parte dalla storia e si proietta verso il futuro, un futuro difficilmente prevedibile, ma sicuramente ricco di relazioni”.  (dal testo di Andrea Ciotti)

Giulio Locatelli, ritratto

Giulio Locatelli (Bergamo 1993) ha studiato a Milano dove consegue il diploma in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. La sua prima personale dal titolo “Tracciati” si è tenuta nel 2018 in “Sala Rossa”, Galleria Ghiggini, Varese, in seguito ha partecipato a diverse mostre come: “Think BIG!”, a cura di Francesca Canfora, Torino; “MINIARTEXTIL”, a cura della Fondazione Sponga, Como; “Estroversioni”, Galleria Ghiggini, Varese. Il giovane artista negli anni ha sviluppato la propria ricerca grazie a progetti di residenze in Italia e all’estero ed è risultato finalista in diversi concorsi come “Premio COMBAT”, “Premio ARTE LAGUNA”, “Premio GHIGGINIARTE”, “Premio NOCIVELLI”. Nel 2021 ha ideato “FONDAMENTA”, installazione site specific, in occasione di “Varese Design Week” in Galleria Ghiggini a Varese.

Giulio Locatelli, VESSILLO, 2022, tessitura mista e lana, 110X60 cm-dettaglio