KYLE MEYER

“Unidentified 176a”, 2018, From the series Interwoven, Archival Pigment Print Hand Woven with Wax Print Fabric, Unique, copyright Kyle Meyer

This post is also available in: English (Inglese)

Kyle Meyer (nato in Ohio, 1985) è un artista visivo multidisciplinare. Nel 2009 ha conseguito la laurea in fotografia al City College di New York e un MFA alla Parsons the New School for Design nel 2016.

“Negli ultimi anni, la mia esperienza artistica nel campo della fotografia è stata tormentata da un’unica domanda: come può un’immagine digitale creare una qualche connessione umana quando è interamente prodotta – e onnipresentemente riprodotta – con mezzi meccanici (macchina fotografica, computer, stampante). Questo mi ha portato a un’ampia ricerca e all’apprendistato con gli artigiani, esplorando le potenzialità tattili della fotografia. In ogni lavoro che creo sono presenti tracce del fatto a mano, sia che si tratti di tessitura, tintura a mano – tutte cose che aggiungono corpo, nuova consistenza, dimensione e, in ultima analisi, un significato aggiuntivo al mio lavoro. Mentre questa prima ricerca è prevalentemente sperimentale, c’è anche una continua indagine analitica sulla mia identità di omosessuale e sulle comunità LGBTQ con le quali mi identifico.”

Il lavoro di Kyle, attraverso il ricorso alle qualità tattili del lavoro artigianale, mette anche in discussione la potenza della fotografia digitale.

Unidentified 104”,2018, From the series Interwoven, Archival Pigment Print Hand Woven with Wax Print Fabric, Approximately 67 x 44 inches (168 x 112 cm), Unique, copyright Kyle Meyer

Unidentified 100”,2018, From the series Interwoven, Archival Pigment Print Hand Woven with Wax Print Fabric, Unique, copyright Kyle Meyer 

Per la serie Interwoven, Kyle esplora le sfide dell’omosessualità nella cultura iper-maschile all’interno dello Swaziland, dove l’omosessualità è illegale.

L’artista, ispirandosi alle tecniche di tessitura locali, ha tagliato a mano i ritratti maschili stampati, per poi intrecciarli con il tessuto locale, tipicamente indossato dalle donne, con cui Kyle realizza dei copricapo unici su ciascuna delle teste degli uomini ritratti. Sarebbe un tabù per gli uomini indossare queste fasce in pubblico, in quanto ciò indicherebbe tendenze omosessuali… Lo sguardo di ogni uomo è direttamente sullo spettatore, come se chiedesse attenzione alla sua vera identità, pur rimanendo nascosto dietro il tessuto, metafora della sua soppressione culturale.

Fonti: https://www.thekylemeyer.com/
https://www.yossimilo.com/artists/kyle-meyer

Le foto sono state prese dal sito web dell’artista e sono coperte da copyright

Unidentified Couple 7”, 2018, From the series Interwoven, Archival Pigment Print Hand Woven with Wax Print Fabric, Approximately 90″ x 60″ (228.5 x 152.5 cm), Unique, copyright Kyle Meyer

“Unidentified 174”, 2018, From the series Interwoven, Archival Pigment Print Hand Woven with Wax Print Fabric, Unique, copyright Kyle Meyer 

Unidentified 164”, 2019, From the series Interwoven, Archival Pigment Print Hand Woven with Wax Print Fabric, Approximately 54″ x 36″ (137 x 91.5 cm), Unique, copyright Kyle Meyer

Unidentified Couple 6”, 2018, From the series Interwoven, Archival Pigment Print Hand Woven with Wax Print Fabric, Unique, copyright Kyle Meyer

“Unidentified 119, Unidentified 121, Unidentified Couple 1”, Interwoven installation, Yossi Milo Gallery, 2018, copyright Kyle Meyer

Unidentified 2, Unidentified Couple 8”, from the series Interwoven, Interwoven installation, Yossi Milo Gallery, 2018, copyright Kyle Meyer

Be the first to comment on "KYLE MEYER"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*