Events

LA FORCE DES LIENS – Chelo SIMON

Galerie de Thorigny
1 Pl. de Thorigny, 75003 Paris, France
From April 7th 2022 to May 8th 2022

Ombre et Lumiere 4, copyright Chelo Simon

ARTIST STATEMENT

My eyes and my attention have always been sensitive to objects, to their beauty, to what they say other than their usual use, thus offering me an infinite number of possibilities. There are no great or small objects for my eyes, nor precious or modest… In a body to body with this material, dare to do and get naked, even if it means losing itself sometimes. But without regret DO: tie, sew, weave paint. Sometimes in forgetting what we know and becoming humble when matter speaks so loud and so true that it imposes itself. To finally gather what is scattered. To tie all these materials together, to bind me to them, not for the purpose of possession or confinement but rather in a RE-CREATION.

Le Feu 2, copyright Chelo Simon

MODUS OPERANDI

My work seeks to represent the constraint both creative and liberating. It represents my chaos, source of difficulties and resistance. It is sometimes necessary to accept destructions, disorder that jostle to be able to welcome after chaos: builders and carriers of an innovative breath.

This work also seeks to materialize some of my beloved places. They are everywhere where there is an encounter: with you, with us, with me, my workshop, a landscape…! They can be geographical, physical, or intangible. They are my places of reflection, of growth, of awareness, which will necessarily cross yours. These places have no hierarchy, since small or large, solitary or shared, they are intimately connected to each other. They are in our image and that of the world. Imprinted and made up of light and shadow.

For more information: https://en.galeriedethorigny.com/

L’Air 2, copyright Chelo Simon
Eventi

LA FORCE DES LIENS – Chelo SIMON

Galerie de Thorigny
1 Pl. de Thorigny, 75003 Paris, Francia
Dal 6 aprile 2022 all’8 maggio 2022

Ombre et Lumiere 1, copyright Chelo Simon

DICHIARAZIONE DELL’ARTISTA

I miei occhi e la mia attenzione sono sempre stati sensibili agli oggetti, alla loro bellezza, a ciò che dicono oltre al loro uso abituale, offrendomi così un’infinità di possibilità. Non ci sono oggetti grandi o piccoli per i miei occhi, né preziosi o modesti… In un corpo a corpo con questa materia, osa fare e mettersi a nudo, anche se significa perdersi a volte. Ma senza rimpianti FARE: legare, cucire, tessere vernice. A volte nel dimenticare ciò che sappiamo e diventare umile quando la materia parla così forte e così vero che si impone. Per raccogliere finalmente ciò che è sparso. Per legare tutti questi materiali, per legarmi a loro, non a scopo di possesso o di confinamento ma piuttosto in una RI-CREAZIONE.

Le Feu 2, copyright Chelo Simon

MODUS OPERANDI

Il mio lavoro cerca di rappresentare il limite sia creativo che liberatorio. Rappresenta il mio caos, fonte di difficoltà e resistenza. A volte è necessario accettare le devastazioni e il disordine che si accavallano per poter accogliere il post-caos: costruttori e portatori di un respiro innovativo.

Questo lavoro cerca anche di materializzare alcuni dei miei luoghi amati. Sono ovunque dove c’è un incontro: con voi, con noi, con me, il mio laboratorio, un paesaggio…! Possono essere geografici, fisici o intangibili. Sono i miei luoghi di riflessione, di crescita, di consapevolezza, che necessariamente incroceranno i vostri. Questi luoghi non hanno gerarchia, perché piccoli o grandi, solitari o condivisi, sono intimamente connessi tra loro. Sono a nostra immagine e somiglianza con il mondo. Improntati e fatti di luce e ombra.

Per ulteriori informazioni: https://en.galeriedethorigny.com/

L’Air 2, copyright Chelo Simon