LOTTOZERO TEXTILE LABORATORIES: UN HUB CREATIVO PER ARTE E DESIGN TESSILE

Lottozero textile laboratories. Foto di Agnese Morganti

English (Inglese)

www.lottozero.org

Un centro per la cultura tessile nell’arte e nel design in un capannone nel cuore del distretto industriale di Prato, uno dei principali d’Europa: è il progetto cui hanno dato vita Tessa e Arianna Moroder – economista la prima, textile designer e artista la seconda – all’interno del magazzino ereditato dal nonno siciliano e lasciato vuoto e abbandonato sin dal 1979 e che hanno trasformato in hub creativo, uno spazio polifunzionale in cui il tessile è al centro di progetti di ricerca e valorizzazione, dal design fino all’arte contemporanea.

Lottozero textile laboratories. Foto di Agnese Morganti

400 mq in cui oggi trovano spazio gli uffici di progettazione, design e consulenza tessile oltre ad un’area di co-working attrezzato ed adatto anche a presentazioni, conferenze stampa, didattica e workshop, meeting, conferenze e servizi fotografici con alcune postazioni destinate ad artisti e designer in residenza ed altre in affitto temporaneo; e poi una piccola biblioteca con testi di arte tessile, design, moda e riviste specializzate, a cui possono accedere co-worker e artisti e designer in residenza; e, ancora, un Fab Lab tessile cui è possibile accedere anche separatamente dal co-working con postazioni di lavoro attrezzate, macchine industriali e altri macchinari tessili, e infine, la Kunsthalle, vero e proprio spazio espositivo, dove periodicamente vengono presentati i risultati delle ricerche e delle sperimentazioni sviluppate dagli artisti e designer che lavorano e collaborano a Lottozero textile laboratories.

Lottozero textile laboratories. Foto di Agnese Morganti

Un contenitore multidisciplinare dove operatori e creativi del tessile possono trovare mezzi e professionalità per formarsi attraverso laboratori pratici e seminari tenuti da esperti e professionisti, o per dare concretezza alle proprie idee e, ancora, per sperimentare materiali, tecniche, design. Tutte attività permeate da un’unica sensibilità ed una visione di sostenibilità orientata verso pratiche virtuose di condivisione di strumenti, competenze e risorse atte a rimettere al centro la qualità in ogni ambito. Un territorio aperto e di respiro internazionale di confronto e scambio di conoscenze in campo tessile.

Un impegno che guarda al futuro e si traduce anche nel supporto ai talenti emergenti nell’arte e nel design attraverso residenze in sede che, nel tempo, hanno portato a Prato diversi giovani artisti oppure facilitando lo scambio tra aziende produttive locali e creativi di tutto il mondo.

 Alice Ronchi in residenza, Lottozero textile laboratories, 2019. Foto di Rachele Salvioli

La Kunsthalle, inoltre, ha posto al centro della propria ricerca il fattore tessile nell’arte contemporanea, promuovendo ed allestendo progetti espositivi in cui si sono avvicendati artisti di diversi background – Luca Vanello, Robin Darius Dolatyari e Chloé Rozycka Sapelkine, Farkhondeh Shahroudi, Alice Ronchi. Un percorso che nel 2019 ha condotto all’invito del MUSEION Museo d’Arte Contemporanea e Moderna di Bolzano a curare la programmazione annuale della Studio House, project room annessa al museo. Una collaborazione che si è concretizzata nella realizzazione di tre progetti site specific accomunati dall’elemento tessile, rispettivamente di Luca Vanello, Margrethe Kolstad Brekke, Anna M. Rose.

Generous Images Unable to Reach, installazione site specific di Luca Vanello, Lottozero, 2018. Foto di Marina Arienzale

Soft Feelings (Part I / Anatomy Class), progetto site specific di Alice Ronchi, Lottozero, 2019. Foto di Rachele Salvioli

Da pochi mesi Lottozero textile laboratories si è unito ad altre istituzioni internazionali dando vita al Textile Culture Net, un programma annuale per incrementare le possibilità di fare arte e cultura tessile in forma digitale, superando il limite geografico

Quattro centri e istituzioni dedicati al settore tessile – Central Museum of Textiles a Łódź in Polonia; CHAT (Centre for Heritage, Arts and Textile) a Hong Kong; Lottozero textile laboratories a Prato in Italia; TextielMuseum a Tilburg in Olanda – hanno intrapreso, a partire da ottobre 2020, un percorso di collaborazione nei settori del design e dell’arte tessile.

A seguito della pandemia e del conseguente distanziamento sociale, le quattro istituzioni hanno concepito insieme questa iniziativa che prevede una serie di mostre online ed uno scambio di idee, interpretazioni e approcci al tessile. Storicamente e tradizionalmente la produzione in questo settore è un’attività comunitaria, oltre che un lavoro di collaborazione che coinvolge diverse figure e professionalità – agricoltori, filatori, tessitori, tintori, ecc. – che hanno contribuito allo sviluppo di tecniche e strumenti nuovi per migliorare il prodotto finale. La storia del tessile è una storia di evoluzione tecnologica e di rivoluzioni industriali e a questa natura cooperativa ed innovativa delle pratiche tessili rende omaggio questa collaborazione dove le istituzioni partecipanti sono chiamate ad avvalersi delle tecnologie digitali contemporanee per condividere i propri contenuti originali, le opere d’arte, gli oggetti da collezione fino alle risorse umane nell’ottica di rinnovare la visione del mondo tessile ed ampliare la diffusione del suo coinvolgimento nell’ambito della creatività, dell’arte e del design, introducendo un nuovo capitolo nella curatela e nella direzione artistica per le istituzioni tessili di oggi.

Il 2 dicembre scorso ha preso il via la prima della quattro mostre digitali in programma, About ABOUT A WORKER, curata da Lottozero textile laboratories e pubblicata sui canali Instagram delle istituzioni, collegate attraverso l’hashtag #TextileCultureNet. La mostra online fornisce le diverse prospettive delle quattro istituzioni sul tema del lavoro e della condizione dei lavoratori attraverso esperienze di moda e design, facendo riferimento alla mostra omonima allestita nella Kunsthalle di Lottozero (fino al 21 marzo 2021), dedicata al lavoro di About A Worker, collettivo francese che intreccia design e ricerca sociale, fondato da Kim Hou e Paul Boulenger nel 2017.

About ABOUT A WORKER, mostra personale di About A Worker, Lottozero, 2020. Foto di Rachele Salvioli

 “About A Worker” è un progetto innovativo che apre la strada a un nuovo modo di fare moda, dove il lavoratore è posto al centro del processo creativo, con la possibilità inedita di esprimere, attraverso il design, una visione sul proprio lavoro e la propria storia personale. In collaborazione con il Centro per l’arte contemporanea Luigi Pecci in occasione della residenza di Kim Hou a Lottozero Textile Laboratories, la mostra curata da Elena Ianeselli and Alessandra Tempesti ripercorre le quattro precedenti collezioni di About A Worker, in cui l’abbigliamento da lavoro diventa un campo di sperimentazione e creatività per un design di moda ricco di significati.” (dal CS)

Textile Culture Net è stata nominata da CIMAM – Comitato Internazionale per i Musei e le Collezioni d’Arte Moderna – tra le “Pratiche museali d’eccellenza in un periodo di crisi globale”.

Darius Dolatyari-Dolatdoust e Célia Boulesteix in residenza, Lottozero textile laboratories. 2019. Foto di Rachele Salvioli

Moving Landscape, progetto di Darius Dolatyari-Dolatdoust in collaborazione con Célia Boulesteix, Lottozero textile laboratories. 2019. Foto di Rachele Salvioli

Be the first to comment on "LOTTOZERO TEXTILE LABORATORIES: UN HUB CREATIVO PER ARTE E DESIGN TESSILE"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*