MARIA JOLE SERRELI (Roma 1975)

Maria Jole Serreli (Roma 1975) è un’artista multidisciplinare che esprime la sua visione artistica sia in poesia che in arte performativa, caratterizzata da una forte relazione con i materiali utilizzati nelle sue opere, specialmente lavorando con il filo.

Vivendo e lavorando in Sardegna, si è spesso ispirata alla sostanza arcaica e tradizionale del suo ambiente, traducendola in un’arte che adotta il concetto della vita domestica dando valore ai semplici oggetti quotidiani che risvegliano le memorie che ci uniscono ai nostri più cari affetti.

Serreli aspira ad onorare l’archetipo femminile con grazia tramite la poesia: costruisce un intricato “nido” di filo, creando uno spazio sicuro nel quale possiamo rilassarci, protetti come se ci trovassimo in un bozzolo di seta.

È una delle maggiori giovani esponenti della fiber art, i suoi lavori comprendono vecchi tessuti domestici ricamati, quadri, pezzi di legno e finanche pennelli veri, il tutto assemblato in una composizione delicata e poetica, che ricrea la sensazione dell’energia vitale trasmessa dall’arte cinese Gongshi, usando inchiostro nero, tappeti bianchi sbiaditi e la consistenza organica e cruda del legno. Queste composizioni sono un’invito alla meditazione e ad un mondo etereo, armonico e bilanciato, il che oggi rappresenta un messaggio interessante e originale.

(con estratti dal testo di Flaminia Fanari)

Maria Jole Serreli
Maria Jole Serreli