• 27 Novembre 2022 11:10

MOFFAT TAKADIWA – Brutalized Language

English (Inglese)

*Foto in evidenza: Human Brutality, 2022, found computer keys, toothpaste tube caps. Courtesy Nicodim Gallery

NICODIM GALLERY, 15 Greene Street, New York, NY 0013
January 27 – February 24
Info newyork@nicodimgallery.com  +1 929 219 2527

Moffat Takadiwa, Re-Reading Korekore, 2022, Found computer plastic computer keys, Shona dictionary cuts and calculator plastic keys. Courtesy Nicodim Gallery

“Brutalized Language” è la prossima mostra con nuovi lavori di Moffat Takadiwa (n.1983), che aprirà il 27 gennaio e sarà in mostra alla Nicodim Gallery di SoHo, New York, fino al 24 febbraio.

Takadiwa trasforma i rifiuti post-consumo – come tubetti di dentifricio usati, bombolette spray, tastiere di computer – in sculture lussureggianti e densamente stratificate e opere murali simili ad arazzi che incarnano la complessità della politica e della cultura contemporanea dello Zimbabwe e fanno riferimento alla sua eredità Korekore.

Moffat Takadiwa, The Reflections (b), 2022 Found plastic computer. Courtesy Nicodim Gallery

Le opere di Takadiwa sono collezionate da istituzioni pubbliche e private in tutto il mondo, tra cui la Art Jameel Collection, Dubai, Emirati Arabi Uniti; Arsenal Contemporary, Toronto; Fondazione CC, Shanghai; Centre National d’Art Plastique, Parigi, Francia; Museo di Arte Contemporanea Africana Al Maaden, Marrakech, Marocco; il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti, Art in Embassies, Harare, Zimbabwe; e Fondazione Villa Datris, Francia.

Nella sua seconda mostra con Nicodim, Takadiwa esplora l’ansia del presente, tra la pandemia globale e l’incertezza politica all’interno dello Zimbabwe e in tutto il mondo. L’opera di dichiarazione nella sua prossima mostra personale a Nicodim New York, “Human Brutality” (2021) esamina la manifestazione della nostra natura animalesca condivisa in tempi di stress e conflitto.

Moffat Takadiwa, The Proved and Tested, 2021 Found clinical test tubes and tops. Courtesy Nicodim Gallery