Events

Natalia Auffray: pintura textil y otras intenciones

Museo La Neomudéjar, C/ Antonio Nebrija, s/n, 28007 Madrid
October 13 2021 – January 16 2022
Wednesday-Sunday 11-15 e 17-21
Info         

Copyright Natalia Auffray

This exhibition deals with a complex universe that crosses the familiar, the intimate and the social.

The feminist tradition of art directly intersects Auffray’s work. Her research with fabrics, the nature of ordinary objects, the personal, the familiar, the intimate cover a general level where it is necessary to set apart, distancing and observing.

Natalia Auffray’s work is an encouragement to intelligence, a need to work with the physics of volumes and the poetics of language. But, of course, nothing is completed, everything could be … or not, leaving an open field to the imagination, and even so, the truth is that every piece, every sculpture or installation operates from a very personal authenticity that makes them recognizable and conspicuous.

Copyright Natalia Auffray

Natalia Auffray has developed a skill for shyness. On the one hand, her work defines a contemporary/conceptual language that relates to it for space and time. But, on the other hand, it preserves a feminist universe that connects with the textile tradition, spinning and materials within a creative gesture.

This exhibition spans a broad period of her work from painting to sculptures to textiles and installation that engage with the artist’s psyche, thoughts and reflections, and the topics close to her being a woman in a male-dominated world where the sensitive has few followers.

Auffray’s work is an old artwork for a new time, an unfinished piece waiting for its container to assert itself. A defined language still waiting for someone to translate it; a vulnerable singular calling for a space of freedom to express itself without judgment.

Facing the intimate is an act of courage and empowerment that the artist carries in the DNA of her work.

The sensuality of her work, by immersion, will reconnect us back to nature, the origins and mother earth.

Copyright Natalia Auffray

Eventi

Natalia Auffray: pintura textil y otras intenciones

Museo La Neomudéjar, C/ Antonio Nebrija, s/n, 28007 Madrid
13 ottobre 2021 – 16 gennaio 2022
mercoledì-domenica 11-15 e 17-21
Info         

Copyright Natalia Auffray

Questa mostra affronta un universo complesso che attraversa il familiare, l’intimo e il sociale. La tradizione femminista dell’arte incrocia direttamente il lavoro di Auffray, la sua ricerca con i tessuti, con la natura degli oggetti quotidiani, il personale, il familiare, l’intimo coprono un piano generale dove è necessario separare, prendere distanza e osservare. Il lavoro di Natalia Auffray ha uno stimolo all’intelligenza, un bisogno di operare con la fisica dei volumi e la poetica del linguaggio. Nulla è completamente concluso, tutto potrebbe essere… o no, lasciando un campo aperto all’immaginazione, e anche così, la verità è che ogni pezzo, ogni scultura o ogni installazione opera da un’autenticità molto personale che li rende inconfondibili e letteralmente ben affermato.

Copyright Natalia Auffray

Natalia Auffray ha sviluppato un’abilità per la timidezza, il suo lavoro definisce da un lato il linguaggio contemporaneo/concettuale che gli corrisponde per luogo spazio/tempo e dall’altro la capacità di custodire in un gesto creativo un universo femminista che si connette con il tessile tradizione, filatura e materiali. In questa mostra potremo ripercorrere un ampio periodo delle sue opere che spaziano dalla pittura, scultura tessile, o installazione che dialogano con la psiche personale dell’artista, i suoi pensieri, riflessioni o temi che la attraversano come donna in un mondo operato per mascolinità e dove il sensibile ha pochi seguaci. L’opera di Auffray è un’opera vecchia per un tempo nuovo, un’opera incompiuta in attesa di un contenitore che la convalidi, la certezza di un linguaggio in attesa di un traduttore e una singolarità vulnerabile che reclama uno spazio di libertà per esprimersi senza giudizio. . Affrontare l’intimo è un atto di coraggio, di empowerment che questa artista porta nel DNA del suo lavoro. Immergerci nella sensualità delle sue opere, ci riconnetterà con la natura, con l’origine, con la terra.

Copyright Natalia Auffray