CECI ARANGO: Warming 1

900,00

Techniques of basketry made with recycled PET bottles. 30x30x8 cm. Year 2022

Categories: ,

Description

Italiano (Italian)

CECI ARANGO

Preoccupata per lo sporco che l’umanità sta gettando alla natura, ai fiumi e ai mari, ma anche ai paesaggi delle montagne ai lati delle strade, e alla mancanza di opportunità per i contadini che vivono nelle zone periferiche del suo paese e in molti aree suburbane del mondo, l’artista lavora dal 2011 riciclando imballaggi e bottiglie nel progetto artistico basurORO – GOLDebris. In questo progetto, come in tutto il suo lavoro, realizza workshop per gruppi di persone che vivono in queste aree periferiche e dà lavoro alle artigiane che lo fanno in casa, mentre si prendono cura dei loro figli. Il progetto ha avuto diverse fasi, nella prima ha lavorato con le lattine di alluminio, e ora sta lavorando con le bottiglie in PET. Il titolo “Warming” ha un doppio significato, la preoccupazione per il riscaldamento globale prodotto dall’enorme mercato alimentare industriale, e i tessuti che sta creando come coperte, dove l’ombra colorata che sconfina nel PET, crea uno spazio sensibile che invita a rallentare, a riflettere e sentire il calore del significato del tessile in molti sensi, come vivere all’interno di una casa tessile.

Ceci Arango è una Designer Industriale dell’Università Javeriana di Bogotá, con un master in Design Direction presso la Domus Academy di Milano e in Belle and Visual Arts presso l’Università Nazionale della Colombia. Dall’inizio degli anni ’90 si dedica alla proiezione nel mondo contemporaneo delle culture ancestrali della Colombia e del mondo, generalmente sottovalutate dalle correnti di pensiero occidentali, coloniali e futuriste. Lavora nell’arte e nel design principalmente con tecniche tessili usando però materiali non tessili: legno di albero e palma, metalli pesanti, gomma, cavi elettrici, rifiuti di confezioni, tra gli altri. Sviluppa anche gioielli tessili in metalli nobili come argento e bronzo dorato.

Grazie al suo concetto e al suo lavoro, è diventata attivista per la pace, non solo generando lavoro retribuito per gli artigiani che realizzano le sue opere d’ arte e di design in modo artigianale, ma anche attraverso il progetto Weaving is Peace sviluppato dal 1996 al 1999; con l’opera Entrelazadas Interlaced, Colombian Peace Flag, su cui lavora dal 2006 fino ad oggi, e con il progetto per bambini Lucio Colombo, a cui ha lavorato dal 2002 al 2016. Come simbolo dell’intreccio di idee, faceva parte degli Accordi di Pace dell’Avana, guidati dal Premio Nobel per la Pace, Juan Manuel Santos insieme a un team di negoziazione. Sua moglie, Maria Clemencia Rodríguez de Santos, è stata una grande portabandiera del progetto. Su sua iniziativa, l’opera d’arte è stata portata nel 2015 dall’allora presidente della Colombia in Vaticano, dove papa Francesco ha benedetto la pace colombiana, ponendovi sopra la mano. Ciò è accaduto prima della firma degli accordi nel 2016.