MARIYA MARINOVA – Autoritratto

1.200,00

Hunter or predator
tessitura, intreccio a spirale, cucitura, annodatura materiali: cavi elettrici riciclati da computer dismessi, filo metallico. 30×30. Anno 2023

Categories: ,

Description

Italiano (Italian)

MARIYA MARINOVA

L’autoritratto è sempre un tentativo di introspezione e ricerca di se stessi attraverso

le tecniche espressive, in questo caso ho utilizzato una tecnica non tradizionale per il genere auto-ritratto, ovvero il ricamo. È stato per me come una vera e propria danza con il colore e lo splendo-re della seta, sia quello della tela sia quello del filo.

Nata a Sofia, Bulgaria, dal 2010 residente a Como, MariyaMarinova si è recentemente laureata con massimo dei voti in Teoria e Pratica della Terapeutica Artistica presso Accademia di belle arti di Brera, Milano.

Attualmente è docente di discipline grafiche presso Liceo Artistico Michelangelo a Como e inol-tre conduce atelier creativi per ragazzi presso Associazione Amelie a Lugano.

Nel 2007 consegue il Diploma di laurea in Arti Visive e Discipline dello Spettacolo, indirizzo Pit-tura e nel 2009 il diploma di laurea specialistica in Pittura, entrambe con massimo dei voti e lode presso Accademia “Albertina” delle Belle Arti di Torino. Ha partecipato a vari workshop e resi-denze d’artista internazionali tra i quali “Cambridge Sustainability Residence” nel 2015/2016 presso Anglia Ruskin University, Cambridge, Regno Unito; e nel 2015 presso “Drake Art Center”, Finlandia e ha tenuto seminario come artista ospite presso “Nordic Art School”, Kokkola, Fin-landia e nel 2018 ha progettato e condotto il laboratorio didattico per ragazzi delle scuole medie intitolato “Land(e)scapes” presso il Museo Regionale d’arte “Nelimarkka Museo”, Finlandia.

Nel 2007 è finalista del concorso “Premio Beniamino Matalon” ed espone in una mostra personale presso Il Museo d’arte contemporanea “Fondazione Luciana Matalon” a Milano. Nel 2019 è pre-miata seconda nel concorso artistico “I capelli: simbologia, semiologia e sociologia attraverso lo sguardo dell’artista” promosso da Alfaparf Group e con il patrocinio dell’Accademia di belle arti di Brera, Milano.