MIEKE SMET – Decomposed

650,00

Decomposed

rete di ottone cm. 30×30 anno 2022

Categories: ,

Description

Italiano (Italian)

MIEKE SMET

Mieke Smet ha un fascino particolare per la vulnerabilità. Le sue sculture, leggere come una piuma, incarnano il lato fragile di ogni creatura vivente e l’inevitabile decadimento causato dal tempo che passa. Scolpire, piegare, decomporre tessuti, carta o reti metalliche è per Mieke un modo per strutturare i suoi pensieri e il mondo circostante – un posto caotico – attraverso manipolazioni ripetitive e monotone. Il contrasto tra l’immacolato e il macchiato/sporco è sempre presente nelle opere di Mieke. In questo lavoro in particolare il globo terrestre è meticolosamente scomposto per dare uno sguardo a ciò che sta accadendo dal punto di vista ambientale (un’altra conferenza sul clima con risultati deludenti). La scultura esprime un intenso senso di impotenza di fronte alle grandi sfide che attendono le prossime generazioni. Tuttavia, il bagliore dorato della scultura, quando la luce del sole la illumina, porta una scintilla di speranza in tempi migliori.

Mieke Smet è un’artista belga con all’attivo mostre e progetti nazionali ed internazionali. Tra questi, segnaliamo i più recenti: Sculpture Triennale Leuven (Belgium); mostra collettiva di sculture ambientali IJzerenberg Park; Embrace & Entangle, personale; Circular Together, Anversa, progetto partecipativo x @circuit.antwerpen, il supermarket circolare di Anversa. Gli abitanti del quartiere e gli appassionati di economia circolare hanno ricamato o disegnato la loro versione personale di circolarità su piccoli tessuti provenienti dallo smaltimento dei rifiuti. Di tutti questi tessuti Smet ha realizzato un’opera d’arte collettiva; Hamme (Belgio) mostra De Kemphaan, all’interno di un rifugio-laboratorio, l’artista ha realizzato delle sculture con materiali di scarto; Scars and Scratches, in collaborazione con Kaat Somers.