SILVIA BECCARIA – Ritagli di Cultura, 2005

3.315,00

materiali: lino, seta, carta
tecnica : tessitura a mano
misure: 128×93 cm

concept: Una cultura fatta a pezzi, maltratta e simbolicamente rappresentata dal testo delle pagine di un quotidiano fatto a brandelli e intrecciato con fili di lino e seta. Parole e colori si confondono con il tessuto, il pensiero che si perde e che cerca, come un urlo nell’aria, di farsi sentire.

L’opera è un monito affinché il patrimonio intellettuale non sia mortificato. La cultura è memoria ed è necessaria per non dimenticare…

Description

Italiano (Italian)

SILVIA BECCARIA vive e lavora a Torino. È un’artista visiva che utilizza l’intreccio come medium espressivo. Dopo una Laurea in Filosofia e un Master in Arteterapia presso l’Università di Torino, ha iniziato un percorso di studi sotto la guida dell’artista olandese Martha Nieuwenhuijs.
Per molti anni ha elaborato progetti didattici utilizzando l’arte come strumento di riabilitazione ed educazione e ha collaborato con il Dipartimento Educazione del Museo di Arte Contemporanea Castello di Rivoli.
Il progetto di Silvia prende vita dal senso dell’arte dell’intreccio che contiene, nel suo significato più profondo, il concetto della scrittura e del racconto. Intrecciare è infatti l’arte del comporre una trama così come si fa con la penna su un foglio di carta…Continua a leggere