Eventi

ROSA ALCHEMICO – 31. MINIARTEXTIL COMO

*Foto in evidenza: PREMIO ARTE&ARTE, Danielle Péan Le Roux, Black rose with gold pearl

16 ottobre 2022 – 8 gennaio 2023
Opening sabato 15 ottobre
Villa Olmo, Via Cantoni 1 – Como

L’esposizione internazionale italiana dedicata alla Fiber Art torna con una grande mostra che intreccia nomi di artisti affermati e giovani talenti all’insegna della libertà e della mescolanza culturale

La giuria della manifestazione ha già scelto tra 234 progetti inviati da tutto il mondo i 54 minitessili

Nella prima edizione post pandemica anche un ricco programma di eventi collaterali e un omaggio alla fondatrice della manifestazione Nazzarena Bortolaso cui viene intitolato anche il premio per la migliore opera dell’edizione che quest’anno è stato assegnato a Danielle Pèan Le Roux

Dominika Walczak, Transgressive Pink

Sono 234 i progetti di minitessili giunti da tutto il mondo, tra i quali la giuria di Miniartextil – manifestazione italiana dedicata alla Fiber Art internazionale – ha scelto le 54 opere che saranno parte della 31° edizione che si svolgerà a Como dal 16 ottobre 2022 all’8 gennaio 2023.

La giuria composta da Mimmo Totaro, Vicepresidente dell’associazione ARTE&ARTE, dal critico, curatore e storico dell’arte Paolo Bolpagni e dal critico e curatore Sergio Gaddi ha scelto le opere che meglio hanno interpretato il tema Rosa Alchemico, titolo dell’edizione 2022.

A partire da questa edizione il premio per l’opera migliore – quest’anno assegnato a Danielle Pèan Le Roux per Black rose with gold pearl – viene intitolato alla memoria di Nazzarena Bortolaso, co-fondatrice insieme a Mimmo Totaro della manifestazione e scomparsa lo scorso 24 aprile; e, sempre a lei, verrà dedicato un omaggio speciale, nel corso di Miniartextil 2022. Menzione speciale a Vanessa Lobosco per l’opera De Flore Aureo.

La scelta del titolo Rosa Alchemico nasce dalla volontà di dare vita a nuove forme di positività ed energia: il colore rosa trasmette pacificamente un’idea di libertà che, unita al sempre attuale concetto di alchimia, di mescolanza, appare la combinazione perfetta per liberare nuove idee.

Ospitata quest’anno negli spazi della settecentesca Villa Olmo, la mostra vede la partecipazione di nomi internazionali che per la prima volta espongono in questa sede: da Marinella Senatore, artista attiva in Italia e all’estero, reduce dall’apertura di una sua personale a Londra il cui opening è stato accompagnato da una grandiosa performance, Afterglow e la cui pratica è caratterizzata da una forte partecipazione collettiva, a Jacopo Benassi, artista, fotografo, musicista, dalla onnisciente produzione d’arte, già presente, con i suoi lavori alla Tate di Londra, al Palais De Tokyo di Parigi, all’Istituto Italiano di cultura a Londra, al Centro Pecci di Prato e collaboratore di registi come Paolo Sorrentino, Daniele Ciprì, Asia Argento, Maurizio Maggiani che rivisiterà completamente il Teatrino della Villa.

E ancora Igshaan Adams – artista sudafricano attualmente esposto ne Il Latte dei Sogni, la mostra internazionale a cura di Cecilia Alemani della Biennale di Venezia – che combinando insieme tessitura, installazione, scultura e performance, sottolinea gli aspetti sociali, spirituali e politici del tessuto; Emma Talbot, artista inglese pure presente in Laguna, realizza dipinti su seta che riuniscono forme figurative semplificate, motivi mitologici, figure dai tarocchi, testi calligrafici che esprimono aspetti della vita personale dell’artista; regista e pittrice era Angela Ricci Lucchi, che a Como sarà presente con un pezzo unico in prestito dalla Galleria Massimo Minini: un cofanetto che contiene 66 risposte di persone note quali Emilio Isgrò, Cesare Zavattini, Claudio Parmiggiani insieme a firme  sconosciute, alla domanda Che cosa è la rosa per te?

Questa edizione vedrà l’atteso ritorno della sezione didattica MINIARTE, con appuntamenti dedicati a bambini e famiglie e un progetto per le scuole che vedrà il coinvolgimento diretto di un Istituto Comprensivo cittadino nella realizzazione di una grande opera collettiva. Accanto a queste attività, incontri con artisti e approfondimenti dedicati ai temi affrontati dagli artisti in mostra.

Vanessa Lobosco, De Flore Aureo
Events

ROSA ALCHEMICO – 31. MINIARTEXTIL COMO

*Featured photo: PREMIO ARTE&ARTE, Danielle Péan Le Roux, Black rose with gold pearl

October 16 2022 – January 8 2023
Opening October 15 
Villa Olmo, Via Cantoni 1 – Como

The Italian event dedicated to international fiber art is back with a major exhibition weaving together established artists and young talents in the name of freedom and cultural exchange.

The judges have already chosen the 54 mini-textiles out of the 234 projects from around the world.

This first post-pandemic edition features a rich supporting programme and a tribute to the event’s founder Nazzarena Bortolaso, after whom the best artwork award is named, assigned this year to Danielle Pèan Le Roux.

Dominika Walczak, Transgressive Pink

234 mini-textile projects from around the world were submitted; among them, the jury of Miniartextil – an Italian event dedicated to international Fiber Art – chose the 54 works that will be part of the 31st edition to be held in Como from 16 October 2022 to 8 January 2023.

The jury composed of Mimmo Totaro, ARTE&ARTE association Vice-President; Paolo Bolpagni, critic, curator and art historian; and Sergio Gaddi, critic and curator, chose the works that best interpreted the theme Rosa Alchemico, the title of the 2022 edition.

Starting from this year’s event, the price for the best artwork – awarded to Danielle Pèan Le Roux for ‘Black rose with gold pearl’ – is named in memory of Nazzarena Bortolaso, co-founder with Mimmo Totaro of the event, who passed away this past 24 April. Furthermore, a special tribute will be dedicated to her during Miniartextil 2022.

A Special Mention is awarded to Vanessa Lobosco for her work ‘De Flore Aureo’.

The choice of the title Rosa Alchemico (Alchemical Rose) stems from the desire to give life to new forms of positivity and energy. The pink colour peacefully conveys an idea of freedom which, combined with the ever-present concept of alchemy, of mixing, appears to be the perfect combination to unleash new ideas.

Hosted this year in the spaces of the 18th-century Villa Olmo, the show displays international names exhibiting here for the first time. Marinella Senatore, an artist active in Italy and abroad, fresh from her solo exhibition in London whose opening was marked by a superb performance; Afterglow, whose practice features strong collective participation; Jacopo Benassi, artist, photographer, and musician, with an omniscient art production, whose works have already been exhibited at the Tate in London, the Palais De Tokyo in Paris, the Italian Cultural Institute in London, the Centro Pecci in Prato, and who has collaborated with directors such as Paolo Sorrentino, Daniele Ciprì, Asia Argento, and Maurizio Maggiani, who will completely reinterpret the Teatrino della Villa.

And again, Igshaan Adams, a South African artist currently featured in ‘Il Latte dei Sogni’, the international exhibition curated by Cecilia Alemani at the Venice Biennale. The show highlights textiles’ social, spiritual and political aspects by combining weaving, installation, sculpture and performance. Emma Talbot, a British artist currently present in Laguna, creates paintings on silk combining simplified figurative forms, mythological motifs, figures from tarot cards, and calligraphic texts expressing aspects of the artist’s personal life. The director and painter Angela Ricci Lucchi will be present in Como a unique piece lent by Galleria Massimo Minini: a box containing 66 answers from well-known people such as Emilio Isgrò, Cesare Zavattini, Claudio Parmiggiani together with unknown names, to the question ‘What is the rose to you?

This edition will include the long-awaited return of the MINIARTE educational programme, with meetings dedicated to children and families and a unique project addressed to schools involving a local ‘Istituto Comprensivo’ in implementing an extensive collective work. Alongside these activities, there will be meetings with artists and in-depth discussions dedicated to the themes explored by the exhibiting artists.

Vanessa Lobosco, De Flore Aureo