Events

SARA CONFORTI “Lalàgeatelier – Dispositivi Vestimentari”

Textile Museum of Chieri
Saturday, March 25 – 4:30 p.m.
Presentation of the project in residence by Sara Conforti and Hòferlab ass. Cult.

Saturday, March 25, at 4:30 p.m., in the spaces of the Chieri Textile Foundation and Museum (Via Santa Chiara 10/A), “Lalàgeatelier-Dispositivi Vestimentari,” a project-in-residence by artist Sara Conforti and Hòferlab ass. Cult. will be presented to the public, supported by the Compagnia di San Paolo and sponsored by Biella’s “Tessile e Salute” association in collaboration with its certified companies, which now lands in Chieri with a series of workshops aimed at creating a choral and participatory textile work with and for the citizenry.

Inspired by Italo Calvino’s Invisible Cities/Women, “Lalàgeatelier-Dispositivi Vestimentari”
is a tribute to the most important city in the Calvinian frame, “Lalage,” whose name means murmur, light noise. An inclusive project founded by artist Sara Conforti in 2017 and combining artistic research, fashion and circular economy, production, education, care of the territory, and corporate social responsibility. The workshops, dedicated in particular to the techniques of recycling and upcycling, have as protagonists the users of Fermata d’autobus onlus and the Community Fragole Celesti and other fragile people, and are aimed at the creation of participatory textile works that arise from the recovery of discarded clothing and the reuse of valuable end pieces provided by the project’s partner companies and that allow the fragments of personal experience to be translated into a sewn form. This gives rise to “clothing devices,” works of choral and participatory textile art.

The project – in residency in the spaces of the Textile Foundation and Museum from March to June 2023 – will be presented to the public through a photographic exhibition and a talk, during which the cycle of “BOROTAROT” workshops, led by artist Sara Conforti, will be illustrated, during which textile pictographs will be created where personal narrative is interwoven with creative circularity and conscious manual skill.

Speakers: Chieri City Councilor for Culture Antonella Giordano, President of the Chieri Textile Foundation and Museum Melanie Zefferino, Egle Demaria (President Fermata d’Autobus Associazione Onlus), Monica Cerutti (Ambassador Donne 4.0) and artist Sara Conforti.

“With this event,” comments Melanie Zefferino, President of the Chierese Textile Foundation and Textile Museum, “the collaboration between our Museum and Sara Conforti, a leading figure on the international art scene and an activist for environmentally and socially sustainable textiles, continues. A figure with whom we started a collaboration in 2022 and who now breathes new life into our tailoring as well, with a view to possible future projects in synergy.”

THE ARTIST
Sara Conforti was born in Turin in 1973. Guest of Honor at the XIII Florence Biennale 2021 she received the Lorenzo il Magnifico Lifetime Achievement Award for her commitment to the fragile feminine. Her practice explores the complexities of the social and gender fabric along with social, political and environmental issues. Author of performance projects, artistic research and social sculpture that have as their focus the dress that from object-symbol of our voracious consumer society, becomes subject-perno capable of stimulating deep reflections around individual and collective identity thanks to the reactivation of the reminiscence process.
Since 2011 she has been conducting her investigation through the project Centosettantaperottanta, which identifies a space of exploration dedicated to the female universe where the public and private value of memory and experience meets the possibility of unveiling itself. Since 2013 she has authored the performance project 13600HZ Concert for Sewing Machines, an action that the artist builds around the sound of sewing machines. A choral work where the research between dress and habitus flows into the performative act.
Founder of hòferlab ass. Cult., Sara Conforti is currently artistic director and coordinator of the urban regeneration project “Circular Reflections. Mending the Territory. Between dress and habitus.” A project financed by City of Turin – Vallette 2030; Compagnia di San Paolo Foundation – Turin Proxima – Co-financed by Textile Association Salute and Circoscrizione 5 Torino, also unique in Italy in terms of the number of actors and recipients involved. At the Textile Museum in Chieri, 2022 was hosted with the site-specific collective project “Neroblaum fustaneorum. Canvases of memory.”

hoferlab.org/riflessioni-circolari.html

Eventi

SARA CONFORTI “Lalàgeatelier – Dispositivi Vestimentari”

Museo del Tessile di Chieri
Sabato 25 marzo – Ore 16,30
Presentazione del progetto in residenza di Sara Conforti e di Hòferlab ass. Cult.

Sabato 25 marzo, alle ore 16,30, negli spazi della Fondazione e Museo del Tessile di Chieri (via Santa Chiara 10/A) sarà presentato al pubblico «Lalàgeatelier-Dispositivi Vestimentari», un progetto in residenza dell’artista Sara Conforti e di Hòferlab ass. Cult., sostenuto dalla Compagnia di San Paolo e patrocinato dall’associazione “Tessile e Salute” di Biella in collaborazione con le sue aziende certificate, che ora approda a Chieri con un ciclo di workshop finalizzati a realizzare un’opera tessile corale e partecipata con e per la cittadinanza.

Ispirato alle città/donne invisibili di Italo Calvino, «Lalàgeatelier-Dispositivi Vestimentari»,

è un omaggio alla città più importante della cornice calviniana, “Lalage”, il cui nome significa mormorio, rumore leggero. Un progetto inclusivo fondato dall’artista Sara Conforti nel 2017 e che coniuga ricerca artistica, moda ed economia circolare, produzione, didattica, cura del territorio, responsabilità sociale d’impresa. I laboratori, dedicati in particolare alle tecniche del riciclo e dell’upcycling, vedono protagonisti i/le utenti di Fermata d’autobus onlus e della Comunità Fragole Celesti e altre persone fragili, e sono finalizzati alla creazione di opere tessili partecipative che nascono dal recupero di indumenti dismessi e dal riutilizzo di pregiati fine pezza forniti dalle aziende partner del progetto e che consentono di tradurre in una forma cucita i frammenti dell’esperienza personale. Nascono così i “dispositivi vestimentari”, opere d’arte tessile corale e partecipativa.

Il progetto – in residenza negli spazi della Fondazione e Museo del Tessile da marzo a giugno 2023 – sarà presentato al pubblico attraverso una esposizione fotografica e un talk, durante il quale sarà illustrato il ciclo di workshopBOROTAROT”, condotti dall’artista Sara Conforti, durante i quali verranno create pittografie tessili dove la narrazione personale si intreccia con circolarità creativa e la manualità consapevole.

Intervengono: l’assessore alla Cultura del Comune di Chieri Antonella Giordano, la Presidente della Fondazione e Museo del Tessile di Chieri Melanie Zefferino, Egle Demaria (Presidentessa Fermata d’Autobus Associazione Onlus), Monica Cerutti (Ambassador Donne 4.0) e l’artista Sara Conforti.

«Con questo evento – commenta Melanie Zefferino, Presidente della Fondazione Chierese per il Tessile e per il Museo del Tessile – prosegue la collaborazione tra il nostro Museo e Sara Conforti, una figura di primo piano sulla scena artistica internazionale, nonché attivista per un tessile sostenibile sotto il profilo ambientale e sociale. Una figura con cui abbiamo avviato una collaborazione nel 2022 e che ora infonde nuova linfa vitale anche alla nostra sartoria, in vista di possibili future progettualità in sinergia».

L’ARTISTA

Sara Conforti nasce a Torino nel 1973. Ospite d’Onore alla XIII Florence Biennale 2021 riceve il Premio alla Carriera Lorenzo il Magnifico per l’impegno profuso a favore del femminile fragile. La sua pratica esplora le complessità del tessuto sociale e di genere unitamente a tematiche sociali, politiche e ambientali. Autrice di progetti performativi, di ricerca artistica e di scultura sociale che hanno come focus l’abito che da oggetto-simbolo della nostra vorace società del consumo, diventa soggetto-perno capace di stimolare riflessioni profonde intorno all’identità individuale e collettiva grazie alla riattivazione del processo di reminiscenza.

Dal 2011 conduce la sua indagine attraverso il progetto Centosettantaperottanta che identifica uno spazio di esplorazione dedicato all’universo femminile dove il valore pubblico e privato della memoria e del vissuto incontra la possibilità di svelarsi. Dal 2013 è autrice del progetto performativo 13600HZ Concert for Sewing Machines, azione che l’artista costruisce attorno al suono delle macchine per cucire. Un lavoro corale dove la ricerca tra abito e habitus confluisce nell’atto performativo.

Fondatrice di hòferlab ass. Cult., Sara Conforti è attualmente direttrice artistica e coordinatrice del progetto di rigenerazione urbana “Riflessioni Circolari. Ricucire il territorio. Tra abito e habitus”. Un progetto finanziato da Città di Torino – Vallette 2030; Fondazione Compagnia di San Paolo – Torino Proxima – Cofinanziato da Associazione tessile Salute e Circoscrizione 5 Torino, unico in Italia anche per numero di attori e destinatari coinvolti. Al Museo del Tessile di Chieri, nel 2022, è stata ospitata con il progetto collettivo site specific “Neroblaum fustaneorum. Teleri di memoria”.

hoferlab.org/riflessioni-circolari.html