Events

SUBPLACE – CLARA LUISELLI “Tentativi”

18 march – 15 april 2023

For Clara Luiselli, aesthetic experience is an act of knowing the real, the other and oneself. She works around the often seemingly negligible happenings of everyday life, which become metaphors for the impermanence, mutation and fragility of existence. The work is born and lives in relationship with the other. Tentativi (2022) is an embroidery that recalls ancient memories and draws an imaginary map. Signs like roads that lead to an encounter with Giuseppe Jos Olivini, who makes them his own, rewriting them as a score. ariAdnæ is a sound cartography in which “the traces of the paths become tangled and knotted, then dissolve in the voice of the strings, of the threads.” The sounds are a wave that “submerges noises, resurfaces among noises, is eroded by them, elides them,” mingling with everyday experience and accompanying the viewer on his or her journey.

Tentativi

Square linen fabrics, suspended through thin filaments. Some closed, almost crumpled, others try to blossom, to unfold.
On the surface thin traces that seem to evoke maps of imaginary planets, faceted islands, places of desire. Originally they were taut, white, empty fabrics, places of silence, spaces waiting for a meaningful creative act. A simple action, “crumpling” the fabric, allows traces to emerge from nothingness.
The gesture of crumpling offers the opportunity for signs to arise and become visible through the play of light and shadow. The thread embroiders imaginary geography, partly suggested by the material itself and partly the result of artistic choice.
Clara Luiselli
She graduated in 2000 from the Academy of Fine Arts in Bergamo. Her works have been exhibited in various public and private spaces including: Chelsea Art Museum in New York, MAK in Vienna, MUAR in Moscow, GAMeC in Bergamo, GAM in Genoa, Museo delle Culture del Mondo in Genoa, Fondazione Bevilacqua la Masa in Venice, Galleria Viafarini in Milan, Galleria Klerkx in Milan, Galleria Civica d’Arte Contemporanea Montevergini in Syracuse, Traffic Gallery in Bergamo, Nellymya Arthouse Gallery in Aranno and Lugano, Koma Gallery in Mons (Belgium), BACO in Bergamo, Bernareggi Foundation in Bergamo, Teatro Valle in Rome, Vanna Casati Gallery in Bergamo, Goethe-Universitat Institut in Frankfurt. He has participated in the Venice Biennale Italian Pavilion/Academies, the Biennale of Young Artists of Europe and the Mediterranean in Rome and Sarajevo, In 2001 he won the Targetti Art Light prize and the 2017 Open prize for Pergine Spettacolo Aperto.
Giuseppe Jos Olivini – 0ortanub0
A piano graduate, multi-instrumentalist, he has traveled the territories of early music reaching as far as contemporary music. He works among and with sounds, exploring their worlds through instruments of various eras and geographical origins. Interested in the role of music in theater and performance he collaborates with various companies and ensembles playing live in performances or curating their soundtracks. He collaborates with visual artist Clara Luiselli.

SUBPLACE

Mezzanine of Villapizzone Railway Station, Via Arnaldo Fusinato, Milan
SUBPLACE is an extra-ordinary space that coexists with the usual and the contingent, bringing the visual languages of art – which are positioned as an alternative to the logic of production/consumption – to this place of transit, in the flow of the everyday, offering itself as an opportunity for a direct and personal aesthetic experience, without mediations or stratifications for an audience that finds itself “stumbling” upon the work on its usual path. The name refers to the underground location, in the mezzanine of Villapizzone Station. The “showcase” hosts site-specific artist projects proposing installations, sculptures, videos and paintings. SUBPLACE was born from the experience of Surplace independent space for the promotion of contemporary art practices based in Varese.

Subplace is a self-managed and self-financed project curated by Joykix and Rossella Moratto.

https://subplace.jimdosite.com/

Eventi

SUBPLACE – CLARA LUISELLI “Tentativi”

SUBPLACE: uno spazio-vetrina nel mezzanino della Stazione del Passante Ferroviario di Villapizzone, Milano.

18 marzo – 15 aprile 2023

Per Clara Luiselli l’esperienza estetica è un atto di conoscenza del reale, dell’altro e di se stessi. Lavora intorno agli accadimenti della vita quotidiana spesso apparentemente trascurabili, che si fanno metafore dell’impermanenza, della mutazione e della fragilità dell’esistenza. L’opera nasce e vive nella relazione con l’altro. Tentativi (2022) è un ricamo che richiama antiche memorie e disegna una mappa immaginaria. Segni come strade che portano all’incontro con Giuseppe Jos Olivini che li fa propri, riscrivendoli come partitura. ariAdnæ è una cartografia sonora in cui “le tracce dei cammini si aggrovigliano e si annodano, poi si sciolgono nella voce delle corde, dei fili”. I suoni sono un’onda che “sommerge i rumori, che riemerge tra rumori, che ne è erosa, che li elide” mescolandosi al vissuto quotidiano e accompagnando lo spettatore nel suo percorso.

Tentativi

Tessuti di lino quadrati, sospesi attraverso sottili filamenti. Alcuni chiusi, quasi accartocciati, altri cercano di sbocciare, di dispiegarsi.
Sulla superficie sottili tracce che paiono evocare mappe di pianeti immaginari, isole sfaccettate, luoghi del desiderio. In origine erano tessuti tesi, bianchi, vuoti, luoghi di silenzio, spazi in attesa di un significativo atto creativo. Un’azione semplice, “stropicciare” il tessuto, permette alle tracce di emergere dal nulla.

Il gesto di accartocciamento offre l’opportunità ai segni di sorgere e diventare visibili attraverso il gioco di luci e ombre. Il filo ricama la geografia immaginaria, in parte suggerita dalla materia stessa e in parte frutto della scelta artistica.

Clara Luiselli

Si laurea nel 2000 all’Accademia di Belle Arti di Bergamo. Sue opere sono state esposte in diversi spazi pubblici e privati tra i quali: Chelsea Art Museum di New York, MAK di Vienna, MUAR di Mosca, GAMeC di Bergamo, GAM di Genova, Museo delle Culture del Mondo di Genova, Fondazione Bevilacqua la Masa di Venezia, Galleria Viafarini di Milano, Galleria Klerkx di Milano, Galleria Civica d’Arte Contemporanea Montevergini di Siracusa, Galleria Traffic di Bergamo, Nellymya Arthouse Gallery di Aranno e Lugano, Galleria Koma di Mons (Belgio), BACO di Bergamo, Fondazione Bernareggi di Bergamo, Teatro Valle di Roma, Galleria Vanna Casati di Bergamo, Goethe-Universitat Institut di Francoforte. Ha partecipato alla Biennale di Venezia Padiglione Italia/Accademie, alla Biennale dei Giovani Artisti d’Europa e del Mediterraneo di Roma e Sarajevo, Nel 2001 ha vinto il premio Targetti Art Light e il premio Open 2017 per Pergine Spettacolo Aperto.

Giuseppe Jos Olivini – 0ortanub0

Diplomato in pianoforte, polistrumentista, ha viaggiato i territori della musica antica arrivando a sino a quella contemporanea. Lavora fra e con i suoni, esplorandone i mondi attraverso strumenti di svariate epoche e provenienze geografiche. Interessato al ruolo della musica nel teatro e nella performance collabora con diverse compagnie e ensemble suonando dal vivo in spettacoli o curandone le sonorizzazioni. Collabora con la visual artist Clara Luiselli.

SUBPLACE

Mezzanino della Stazione Ferroviaria di Villapizzone, Via Arnaldo Fusinato, Milano

SUBPLACE è uno spazio stra-ordinario che convive con il consueto e la contingenza, portando i linguaggi visivi dell’arte – che si collocano come alternativa alla logica della produzione/consumo – in questo luogo di transito, nel flusso del quotidiano, offrendosi come occasione per un’esperienza estetica diretta e personale, senza mediazioni né stratificazioni per un pubblico che si trova a “inciampare” nell’opera sul suo percorso abituale. Il nome rimanda alla collocazione sotterranea, nel mezzanino della Stazione di Villapizzone. La “vetrina” ospita progetti d’artista site specific proponendo installazioni, sculture, video e dipinti. SUBPLACE è nato dall’esperienza di Surplace spazio indipendente per la promozione delle pratiche artistiche contemporanee che ha sede a Varese.

Il progetto Subplace è un progetto autogestito e autofinanziato a cura di Joykix e Rossella Moratto.
https://subplace.jimdosite.com/