• 24 Settembre 2022 9:05

TAMARA KOSTIANOVSKY – GRAFTED GARDENS

English (Inglese)

Slag & RX
522 West 19th street, NY, NY 10011, Stati Uniti

Info: Tel: 001 212 967 9818
Sito web: www.slaggallery.com

9 settembre – 15 ottobre 2022
Martedì – sabato, dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 18.00 | domenica e lunedì chiuso
Ingresso: Gratuito

Slag Gallery è lieta di presentare “Grafted Gardens”, la prima mostra personale dell’artista argentino-americana Tamara Kostianovsky presso la galleria. La mostra presenta un nuovo corpo di opere d’arte tessili che collegano i temi della violenza, della memoria e della distruzione ecologica.
Al centro di questa mostra c’è una serie di “arazzi” in cui sculture naturalistiche di uccelli nativi americani sembrano provenire da sfondi bidimensionali di paesaggi americani idealizzati. Gli uccelli fanno riferimento alla ricca diversità aviaria dell’America centrale e meridionale che ha portato alla creazione di miti, divinità e imponenti opere di piume in questo continente. Al contrario, i disegni dello sfondo si ispirano a quelli delle arti decorative coloniali europee, che presentavano i tropici come un paradiso pronto per essere sfruttato. Sintetizzando la vita naturale nelle Americhe e i disegni europei, questo progetto esplora la complessa storia di una particolare regione da due posizioni opposte: i colonizzatori e i colonizzati.
La mostra presenterà un gruppo di sculture tridimensionali a grandezza naturale, “Tree Stumps”, che rendono omaggio al defunto padre dell’artista utilizzando i suoi abiti come materiale. Dopo la sua scomparsa, l’artista ha preso i pantaloni e le camicie di velluto a coste che ha indossato per la maggior parte della sua vita e li ha trasformati in “rami” e “cortecce”. Il lavoro di Kostianovsky è ancorato a questa materialità e si occupa di rigenerazione: il passare del tempo, i sentimenti di perdita e l’integrazione finale del corpo nel paesaggio sono alcuni dei temi affrontati dal progetto.
Fondendo la storia della colonizzazione e del saccheggio con questioni contemporanee come la cultura del consumo e la giustizia terrestre, le opere di Kostianovsky affrontano storie sistemiche di violenza e le trasformano in modelli architettonici o in maquette di tessuto di possibilità rigenerative e sostenibili.

Tamara Kostianovsky è nata a Gerusalemme, in Israele, nel 1974 ed è cresciuta a Buenos Aires, in Argentina. Ha conseguito una laurea in Belle Arti presso la Scuola Nazionale di Belle Arti di Buenos Aires e un Master in Belle Arti presso la Pennsylvania Academy of the Fine Arts di Philadelphia. Kostianovsky è stata insignita di importanti riconoscimenti, tra cui la John Simon Guggenheim Memorial Foundation Fellowship (2010), la New York Foundation for the Arts (2009), la Pollock-Krasner Foundation (2012, 2008) e lo Yaddo (2021).
Le opere di Kostianovsky sono state esposte in mostre personali e collettive presso Smack Mellon, Brooklyn, NY (2021); Les Franciscaines Art Center, Deauville, FR (2021); Fuller Craft Museum, Boston, MA (2021); Musée du Textile et de la Mode, Cholet, FR(2021); Children’s Museum of Manhattan, NY (2020); El Museo del Barrio, NY (2007 e 2019); The Jewish Museum NY (2009); Slag Gallery, NY (2011 e 2021); RX Gallery, Parigi, Francia (2021); Y Gallery, NY (2017); Urban Institute of Contemporary Art, Grand Rapids, MI (2015) e molti altri.