• 27 Novembre 2022 10:51

TEXTILE CENTER: CONTINUUM

English (Inglese)

*Foto in evidenza: 5010 Bankside, Clare Hu

19 aprile – 9 luglio 2022

(Minneapolis, MN – 25 aprile 2022) ─ Textile Center dà il benvenuto a CONTINUUM, una mostra con relativi eventi collaterali che prosegue il nostro impegno nel presentare il lavoro straordinario e contemporaneo degli artisti a favore delle comunità sottorappresentate nel campo della fibra e dell’arte tessile.

Con il tema dell’identità al centro di ogni opera, CONTINUUM celebra un range di pratiche creative, uniche per ogni artista, che affrontano la miriade di modi in cui i materiali tessili, i processi, le storie e le tradizioni continuano ad essere usati oggi per raccontare storie e condividere narrazioni su individui e comunità, attraverso gli occhi e le mani dei creatori.

La mostra e la relativa programmazione presentano artisti tessili riconosciuti a livello nazionale: Hale Ekinci, Clare Hu, Dong Kyu Kim, Na Chainkua Reindorf e SHENEQUA. Inoltre, siamo lieti di dare il benvenuto in questa mostra dinamica ad artisti del Minnesota Kehayr Brown-Ransaw, Jocelyn Suzuka Figueroa, e Nicole Thomas – a cui si aggiungono, a seguito delle residenze di maggio al Textile Center, Alonzo Pantoja, Marcus Rothering, e Ceci Lewis. La portata di questi lavori e pratiche abbraccia la pittura e il cucito, la scultura e la costruzione a mano, la tessitura e la stampa, il quilting, il tufting, le tinture naturali e le tecniche miste.

Cowrie Me Black, SHENEQUA

Tracy Krumm, direttrice del Textile Center per l’avanzamento artistico, afferma: “E’ stato un onore curare e lavorare per conto del Textile Center con un gruppo di artisti così talentuosi e presentare, per ognuno, una selezione che affronta complesse e spesso scomode questioni di identità”.

I personalissimi trasferimenti fotografici su tessuti recuperati, ricamati e abbelliti, di Hale Ekinci affrontano la sua eredità turca toccando temi come l’integrazione, la separazione, l’assimilazione e l’emarginazione sociale. Le collezioni cucite e assemblate di ricevute e materiali trovati, raccolti dopo essersi trasferito dalla Corea del Sud, di Dong Kyu Kim, sono utilizzate in opere d’arte che esplorano il suo rapporto con gli Stati Uniti, il concetto di sogno americano e come le vite individuali siano influenzate da un’economia globale in continua trasformazione. Le costruzioni a tecnica mista di SHENEQUA, un’artista multidisciplinare afro-caraibica, combinano il lavoro intenso di tessitura tradizionale ghanese al telaio e al telaio da terra con lo styling dei capelli Black & African, e decostruiscono ogni pratica per creare una conversazione culturale e generazionale su identità, diaspora, sorellanza e spazio sacro”.

Krumm aggiunge: “Le opere parlano molto personalmente e sono rivelatrici degli artisti, di come essi affrontano i temi dell’identità nel loro lavoro, del loro vivere in America come artisti di colore. Siamo fortunati a condividere queste opere con voi al Textile Center”.

I programmi di supporto alla mostra, finanziati da una sovvenzione del Creative Support for Organizations da parte del Minnesota State Arts Board, comprenderanno tre mini residenze d’artista a maggio, tavole rotonde con gli artisti a giugno e luglio, e workshop tenuti da artisti ospiti a luglio e agosto. I dettagli del programma saranno annunciati sul nostro sito web nelle prossime settimane.

Una mostra virtuale accompagnerà la mostra e sarà accessibile sul nostro sito web in maggio.

New House, Hale Ekinci