• 30 Novembre 2022 12:30

XII Biennale Internazionale di Miniature Tessili “Biglietto da visita”

English (Inglese)

*foto in evidenza: Emotional Heart di MARISA IOTTI (Italia)

Curatore: Žydre Ridulytė
Galleria “Arka” – Vilnius – Lituania
Dal 28 ottobre al 26 novembre
Con il sostegno dell’Associazione degli Artisti Lituani

Cristiana Fasano. I am who am I? (Italy)

La Biennale Internazionale di Miniature Tessili, iniziata nel 1992, continua ogni due anni presso la Galleria Arka riflettendo gli sviluppi dell’arte tessile contemporanea. Quest’anno viene organizzata per la dodicesima volta.

La collezione della biennale è composta da opere provenienti da 24 paesi diversi ed è dedicata al racconto racchiuso in un biglietto da visita, un segno riconoscibile in piccolo formato che presenta lo stile unico di un autore, la sua tecnica d’elezione o i temi fondanti dell’identità dell’artista.

Piotr Pandyra. Passport (Poland)

In questa mostra, i partecipanti interpretano il biglietto da visita in modi diversi – storico, ideologico, sociale, artistico – esaminando temi legati ad esperienze personali ma anche alla memoria.

Le dimensioni standard del biglietto, stabilite all’inizio del XX secolo, erano quelle di una sigaretta di lunghezza e sette di larghezza, dato che doveva essere conservato nella confezione di tabacco.

Austė Guogaitė. My plane flies to Japan (Lithuania)

La tecnologia moderna, coi suoi mezzi diversificati, ha reso il biglietto da visita un attributo della vita quotidiana spingendolo come oggetto fisico ai margini della comunicazione sociale. È, al giorno d’oggi, molto spesso sostituito da formati digitali usati nello scambio delle informazioni di contatto. Si tratta di “diventare amici su Facebook o Linkedin, seguirsi a vicenda su Instagram, e così via”. Tuttavia, il significato metaforico del biglietto da visita è rimasto e questo si riflette nella scelta delle opere in mostra nella biennale. Pervenute grazie ad un’open call, più di settanta sono state selezionate dalla giuria.

Alexandra Knie. Posidonia oceanica (Herbarium Hybridum) (Spain)

Elenco dei partecipanti:

José Antonio Rodríguez Aguilar (Messico), Marija Ančić (Croazia), Arlite (Francia), Antra Augustinovica (Lettonia), Ieva Baltrėnaitė (Lituania), Eglė Ganda Bogdanienė (Lituania), Danguolė Brogienė (Lituania), Rubén González Calzada (Spagna), Virginija Degenienė (Lituania), Emilia Domańska (Polonia), Tomasz Drozdz (Polonia), Assumpcio Espada (Spagna), Cristiana Fasano (Italia), Tomasz Frasoński (Polonia), Maria Fulkova (Slovacchia), Austė Guogaitė (Lituania), Nana Hamada (Giappone), Sirpa Hannele Heinonen (Finlandia), Irmgard Hofer-Wolf (Austria), Mária Hromadová (Repubblica Ceca), Zuzana Hromadová (Repubblica Ceca), Ike (Belgio) e Romualdas Inčirauskas (Lituania), Zita Inčirauskienė (Lituania), Marisa Iotti (Italia), Lina Jonikė (Lituania), Žydrūnė Kriūkaitė Juciuvienė (Lituania), Konrad Juściński (Polonia), Perry Rioja Karen (Messico), Virginija Kirvelienė (Lituania), Kristine Kligina (Lettonia), Alexandra Knie (Spagna), Maruta Konceviča (Lettonia), Rolands Krutovs (Lettonia), Violeta Laužonytė (Lituania), Kamilė Lisauskaitė (Lituania), Renata Meirelles (Brasile), Jūratė Mitalienė (Lituania), Rūta Naujalytė (Norvegia), Susana Negre (Spagna), Patricia Negreira (Argentina), Anna Maria Orban (Romania), Alexandra Ostrovskaya (Russia), Piotr Pandyra (Polonia), Patrizia Panizzolo (Italia), Stefanija Paukštytė (Lituania), Jūratė Petruškevičienė (Lituania), Kristina Petukhina (Russia), Anna Plotnikova (Russia), Ramunė Pogoželskaitė (Lituania), Marie Pourchot (Francia), Jeannine de Raeymaecker (Belgio), Lina Ringelienė (Lituania), Edita Sabockytė-Skudienė (Lituania), Charlotte Schmid-Maybach (USA), Aušra Sedlevičiūtė (Lituania), Zane Shumeiko (Estonia), Marijona Sinkevičienė (Lituania), Annelies Slabbynck (Belgio), Torella Alice K. Szegedi (Ungheria), Alevtina Ščepanova (Lituania), Yen-Yu Tseng (Taiwan), Roberta Vaigeltaitė-Vasiliūnienė (Lituania), Andrea Van der Kuil (Paesi Bassi), Tania Verhasselt (Belgio), Zinaida Vogėlienė (Lituania), Yeh Hsiu Wei (Taiwan), Hanna Wojdała-Markowska (Polonia), Natalya Zheliostova (Russia), Erika Zutere (Lettonia), Ugne Žilytė (Lituania), Severija Žukauskytė (Lituania).

Rūta Naujalytė. Open Up (Norway)