Eventi

ASPECTS I /// KLAAS KLOOSTERBOER: Sunfloweryellow and other colors

English (Inglese)

25 novembre 2023 – 14 gennaio 2024 Inaugurazione: 25 novembre 2023, ore 14:30

La Galerie Zink Waldkirchen presenta Klaas Kloosterboer (NL), Anna Leonhardt (DE) e Yusuke Komuta (JPN) in una serie consecutiva di mostre personali nell’inverno e nella primavera del 2023/24, esaminando così in modo esemplare un aspetto importante della pittura astratta contemporanea.

ALTRE DATE DELLA SERIE “ASPECTS”:

ASPECTS II /// ANNA LEONHARDT: Studio in motion

Inaugurazione: 27 gennaio 2024, ore 14:30
27 gennaio – 3 marzo 2024

ASPECTS III /// YUSUKE KOMUTA: Unfolding structure

Inaugurazione: 16 marzo 2024, ore 14:30
16 marzo – 28 aprile 2024

L’astrazione è comunque intrinseca al principio della pittura. Attraverso la riduzione della bidimensionalità e l’illusione del colore, c’è già un’estrema separazione tra la pittura e la realtà raffigurata. Se si compiono altri passi, ci si allontana sempre di più da qualsiasi forma di rappresentazione. Così come ogni quadro è astratto, anche ogni quadro segue un concetto. Seguendo questo percorso, si passa dall’espressionismo astratto alla pittura concettuale degli anni Sessanta e Settanta, fino alla pittura radicale degli anni Ottanta.

La figurazione sembra essere onnipresente nell’arte contemporanea. Ciò ha spinto la Galerie Zink a cercare posizioni artistiche che si muovono e si affermano al di là di queste tendenze. Per questo motivo, per la serie di mostre “Aspects” sono stati selezionati una pittrice e due pittori per illuminare gli aspetti della pittura astratta di oggi. La Galerie Zink è consapevole che questo settore può essere esaminato solo in modo esemplare ed estremamente frammentario, ma desidera comunque fare una dichiarazione a favore di uno sguardo nuovo sulle tendenze astratte della pittura di oggi.

Per Klaas Kloosterboer (NL), il processo di pittura è il fulcro della sua definizione di pittura. Egli esplora le possibilità di creare un “quadro” in varie direzioni: spruzza, dipinge, vernicia la tela, taglia, cuce o imbottisce la tela con la paglia. In questo modo, crea oggetti pittorici che mettono in discussione il mezzo pittorico in modo molto leggero e umoristico.