Fatemeh Khodabandeh

Fatemeh Khodabandeh, OusiderInn Gallery

English (Inglese)

OutsiderInn Gallery, Valiasr St.-Valiasr Square Farokhi St. n.11, Teheran, Iran
A cura di Morteza Zahedi 

30 luglio  – 15 agosto 2021
Info: morteza.zaahedi@gmail.com

Una moltitudine di personaggi tratti dal quotidiano dell’artista popola i muri della OutsiderInn Gallery di Teheran in occasione della mostra di Fatemeh Khodabandeh. Realizzate a partire da un’anima in materiali duri e con tessuti riciclati, spesso procurati da conoscenti e amici, le sue dolls ci restituiscono un’umanità variegata, colorata e alternativa; piccole opere che non rientrano in alcuna codificazione artistica o stilistica ma che rispondono esclusivamente all’estro, all’intuizione, alla cifra emotiva ed al processo creativo dell’autrice.

Fatemeh Khodabandeh è nata nel 1943 a Latian, a sud di Lavasan. Da bambina si divertiva a realizzare bambole fatte con pezzi di stoffa e pietre. Una pratica che dopo una lunghissima pausa, ha ripreso a coltivare da due anni a causa di un’infiammazione alle articolazioni della mano per la quale il medico aveva prescritto esercizio fisico e fisioterapia. Rimettendosi al lavoro sulle sue dolls ha scoperto però che questa pratica alleviava il dolore e nella continuità si rivelava curativa. La necessità dunque l’ha condotta a riscoprire un talento ed un’abilità tecnica e creativa che erano rimasti sopiti per molto tempo.

Quella ospitata alla OusiderInn Gallery è la prima mostra personale dei suoi lavori che, in linea con la ricerca che la galleria promuove da un decennio, rientrano tra quella che viene definita Art Brut, opere realizzate da non professionisti che non rispondono alle norme estetiche ed ai percorsi artistici convenzionali. Il curatore, Morteza Zahedi è esperto, collezionista e scrittore di testi su questo ambito dell’arte contemporanea (in uscita il suo nuovo volume “Iranian Art Brut. Outsider art from Persia” che sarà presentato in anteprima a Parigi in ottobre).