• Ven. Ago 12th, 2022

PLIABLE PLANES: EXPANDED TEXTILES & FIBRE PRACTICES

Questo articolo è disponibile anche in: English (Inglese)

*Foto in evidenza: Banner Kate Scardifield, “Canis Major” 2019. 34°53’29.4S 150°29’60.0E. Strumenti a fiato e prove di forma. Studi di semaforo e segnalazione. Tela da vela, nylon rip-stop, seta da paracadute riutilizzata, filo. Immagine per gentile concessione dell’artista, Sydney. Fotografia Robin Hearfield

Artisti: Akira Akira, Sarah Contos, Lucia Dohrmann, Mikala Dwyer, Janet Fieldhouse, Teelah George, Paul Knight, Anne-Marie May, John Nixon, Kate Scardifield, Jacqueline Stojanović, Katie West
Curators Karen Hall & Catherine Woolley
29 Aprile – 17 Luglio 2022
UNSW GALLERIES, CNR OXFORD ST & GREENS RD, PADDINGTON NSW 2021
WED TO FRI, 10AM–5PM; SAT TO SUN 12–5PM
Info  +61 2 8936 0888

Presentata con il sostegno dell’Australia Council for the Arts. La mostra inizierà un tour nazionale nel 2023 con il sostegno del programma Visions of Australia del governo australiano.

Pliable Planes: Expanded Textiles & Fibre Practices” è una grande mostra che riunisce professionisti che reimmaginano le pratiche dell’arte tessile e delle fibre. Il progetto prende il titolo da un saggio del 1957 dell’artista del Bauhaus Anni Albers che cercava di ripensare l’uso della tessitura attraverso una lente architettonica e di interpretare i tessuti come fondamentalmente strutturali e infinitamente mutevoli. Utilizzando questo concetto come punto di partenza, la mostra presenta il lavoro di artisti contemporanei che sperimentano i confini della materialità, della fluidità spaziale e del processo.
Gli artisti in mostra riflettono sull’uso dei tessuti per tracciare i cambiamenti sociali e culturali, rispondendo alle modalità storiche di produzione e rappresentazione e alle storie di fondo della domesticità e del lavoro femminile. Le opere incorporano senza soluzione di continuità approcci tessili tradizionali come la tessitura, il ricamo, il lavoro a maglia e il cucito, esplorando al contempo possibilità concettuali ed estetiche più ampie. Attraverso la pittura espansa, l’assemblaggio, il gesto performativo, il suono, il video e l’installazione, “Pliable Planes” presenta i tessuti australiani contemporanei e la fiber art in forme espansive e plurali, alterando la percezione dei materiali, della forma e della funzione.