Intervista a Dionne Swift

Tornareccio, Copyright Dionne Swift

English (Inglese)

Traduzione a cura di Chiara Cordoni

 

Dionne Swift

In questi tempi, a dir poco strani, dico così perché non ne abbiamo mai vissuti prima, siamo costretti a stare a casa, abbiamo molto tempo per riflettere. Di questa prigionia ho scoperto un lato positivo: possiamo ritrovare molte delle cose e meglio ancora delle persone, finire i lavori lasciati in sospeso, ed avere un migliore rapporto comunicativo con tutti e tutto.

Molto tempo per noi e la mia passione e continua ricerca sul tema dell’arte tessile mi spinge a condividere il lavoro di Artiste incontrate on line. Una di loro è Dionne Swift, la seguo da molto tempo, catturata non solo dal suo simpatico sorriso, molto empatico, ma anche molto interessata dal suo lavoro di ricerca nel campo tessile, una che traduce un paesaggio in cucito tutto particolare. (foto Dionne)

Per tutti quelli che non la conoscono ecco alcune notizie

Dionne è un’Artista tessile pluripremiata, la sua ispirazione è il paesaggio che rappresenta attraverso diversi materiali, comincia col disegno e traduce poi col filo cucendo a macchina i suoi sketch, creando veri e propri quadri sulla stoffa.

Collabora con Tone von Krogh, un’artista della ceramica originaria del Nord-Europa, coinvolgendola nelle sue Mostre.

Vive e lavora nel suo studio in Cheshire, Contea a nord ovest dell’Inghilterra, (vicina a Manchester, la capitale è Chester,  famosa per il formaggio, i gatti, i paesaggi e personaggi famosi…)  ma si muove in tutto il paese e all’estero per diffondere e mostrare il suo lavoro con master class e mostre.

Tutte le estati arriva in Italia, in Abruzzo, dove organizza corsi che non solo riguardano il suo lavoro specifico, ma il quilting. Lo pratica non solo per  le amiche straniere che la raggiungono e  si iscrivono alle sue lezioni ma anche per le abitanti del paesetto e i suoi dintorni.

L’ho contattata on line per saperne di più di lei direttamente. La sua disponibilità e simpatia sono state grandi e le siamo grate, e come Scuola Romana Quilting saremmo veramente felici di averla un giorno tra noi (è un invito per quando tutto questo sarà un ricordo), per mostrarci dal vivo la sua Arte.

N. 50 – 50@50, Detail, San Giovanni in Venere, Fossacesia, Chieti, Copyright Dionne Swift

Eccoci qui, vorresti parlare del tuo modo di rappresentare il mondo che ci circonda attraverso la tua particolare tecnica: il disegno riprodotto col cucito?

Quando lavoro cerco di catturare quel momento preciso, un’emozione, un colore. Sento come una fitta, la mia adrenalina si scatena e avviene qualcosa come se sentissi gli effetti di un’emozione profonda. Fin da quando ero molto giovane sono stata spinta a creare, ho sempre disegnato, cucito, senza tutto questo non sarei nulla.

Starting 50@23, Copyright Dionne Swift

Work in progress, Copyright Dionne Swift

Come arriva e quando, l’Italia nella tua vita e in particolare la campagna dell’Abruzzo?

Cinque anni fa abbiamo comperato una casa in Abruzzo. È stato come un sogno. Quando mia suocera morì decidemmo di vivere il momento. Ora la vecchia scuola di Tornareccio in provincia di Chieti è la nostra casa. È perfetta per il mio lavoro e per le lezioni creative che tengo durante l’estate. Da cinque anni sto cercando di imparare l’Italiano; certo è una lingua difficile, passo molto tempo a praticarlo, per questo ho bisogno di stare là più tempo possibile. Per integrarmi nella Comunità ho progettato Una trapunta per Tornareccio coinvolgendo i residenti nel mio lavoro. Il luogo oltre che per le bellezze naturali (Dionne li ha immortalati in una serie di piccoli pannelli davvero ispirati) è famoso per i mosaici, il miele e la mozzarella… ci si conosce tutti ed è meraviglioso.

Tornareccio (Chieti)

A quilt for Tornareccio, Copyright Dionne Swift

La tua tecnica è davvero interessante, è un proseguimento naturale del disegno, lo sketch così diffuso e praticato in Inghilterra?

Sono un’artista non solo una che cuce. Disegnare sulla carta è parte vitale del mio processo creativo, mi aiuta e mi suggerisce come trasformare quel disegno, la visione di una scena in una linea cucita. Disegnare registrando visualmente le informazioni è una parte di un processo che poi mi porta a disegnare sulla stoffa proprio quello, e sottolineo quanto è importante.

Sketchbook drawing, Copyright Dionne Swift

Sketchbook pages, Copyright Dionne Swift

Le tue scelte dei colori, si sente che ti ribelli a qualcosa, alla tradizione senz’altro, ma c’è anche un po’ di dramma?

Il mio umore e l’atto di disegnare mi suggeriscono quali colori o effetti usare/raffigurare. Io lavoro con un coinvolgimento quasi fisico anche con la macchina da cucire, è un lavoro di pittura e cucito.

Sento il bisogno che il mio lavoro sia preminente su tutto, deve spiccare e deve restare presente quella atmosfera per chiunque lo guardi

Road Trip, Copyright Dionne Swift

Old Road II, Copyright Dionne Swift

Dark Mark Stitched, Copyright Dionne Swift

Una domanda su Tone von Krogh, interessante artista della ceramica, con la quale esponi. Si vede che avete delle affinità, oltre alle raffinate scelte di colore di Tone, che vanno al di là del tempo

Toni è una grande e buona amica. Ci siamo conosciute 25 anni fa, ma da sei anni lavoriamo molto vicine. Il nostro senso estetico si è sviluppato in modo quasi parallelo senza forzare, restando noi stesse. Avviene naturalmente. I nostri lavori esposti insieme danno un risultato bellissimo. Siamo state molto fortunate a incontrarci.

The contemporary craft festival 2018,Tone Von Krogh-Dionne Swift

Vorrei aggiungere una notizia. In questi tempi così difficili, insieme con molti amici tessili abbiamo sviluppato un progetto per un quilt virtuale progetto nel quale tutti possono essere coinvolti; tutte le informazioni le trovate su questo link: https://www.dionneswift.com/virtual-quilt . Non è quello che faccio di solito, ma mi piace forzare le persone a fare un quilt. Perché un quilt tiene insieme tutta la Comunità e questo è una cosa buona. (Ne sappiamo qualcosa anche noi).

Nel mio sto trovate i miei corsi e molti seminari on-line, oltre alle trasmissioni giornaliere dal mio studio: https://www.dionneswift.com/online-workshops

L’anno scorso ho compiuto 50 anni ed ho realizzato una collezione dei miei lavori: 50 pezzi, una specie di reportage dei miei viaggi in Nord Africa e in Italia, che sono state esposti in galleria a Tornareccio

Uso il ricamo a macchina in freemotion (a mano libera) e dipingo con la macchina da cucire e i fili, unendo colori e trame sulla superficie tessile.

Alcuni dei 50@50 In esposizione a Tornareccio

Grazie Dionne e arrivederci non solo online.

Tullia Ferrero per ARTEMORBIDA

www.tuttoditullia.it

Be the first to comment on "Intervista a Dionne Swift"

Leave a comment

Your email address will not be published.


*